Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Va in commissariato per il passaporto, ma la polizia scopre che ha svaligiato una casa a Palermo

E accaduto a Roma. Arrestata una donna di 48 anni. Dai controlli è emerso che era stata già censita con altri 9 alias e arrestata più volte per reati contro il patrimonio. Sulla sua testa un ordine di carcerazione per un furto in appartamento del 2015

Si rivolge alla polizia per denunciare lo smarrimento del passaporto, ma alle domande degli agenti cade in contraddizione tante di quelle volte da portare a ulteriori controlli. Si scopre così che sulla sua testa pende un ordine di carcerazione per un furto commesso a Palermo e scattano le manette. I poliziotti del commissariato Lido, a Roma, hanno arrestato S.J., 48enne di origini Rom.

La donna non aveva documenti al seguito e al momento di fornire le proprie generalità è caduta più volte in contraddizione. "Il responsabile dell'ufficio denunce, insospettito dalle reiterate imprecisioni, ha sottoposto la donna al foto segnalamento dal quale è risultato che era stata già censita con altri 9 alias e arrestata più volte per reati contro il patrimonio - si legge in una nota della Questura di Roma -. A causa di un furto commesso in un appartamento a Palermo, durante il quale si era impossessata di gioielli, monete in oro e denaro, S.J. è risultata essere destinataria di un ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso nel 2015 dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palermo". Al termine degli atti di rito, la donna è stata portata a Rebibbia, dove sconterà una pena di 3 anni e 6 mesi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Va in commissariato per il passaporto, ma la polizia scopre che ha svaligiato una casa a Palermo

PalermoToday è in caricamento