Cronaca

Razzia di rame con canna da pesca modificata, sgominata banda: 10 arresti

Una cinquantina i colpi messi a segno nel territorio delle province di Palermo, Trapani, Agrigento, Enna e Caltanissetta. Nove malviventi sono finiti ai domiciliari, per uno è scattato l'obbligo di dimora nel comune di Palermo

La canna da pesca modificata utilizzata per i furti

Blitz dei carabinieri di Cefalù contro una banda specializzata nei furti di oro rosso. Dieci i malviventi, tutti palermitani, finiti in manette. Per nove sono scattati i domiciliari, per uno l'obbligo di dimora nel comune di Palermo. Una cinquantina i colpi messi a segno nel territorio delle province di Palermo, Trapani, Agrigento, Enna e Caltanissetta. Per rubare il rame avevano “brevettato” una canna da pesca modificata con una tronchesina sull’estremità. Grazie ad essa riuscivano a raggiungere i cavi dell’alta tensione ed a tranciarli. Circa sei le tonnellate di oro rosso depredato per un valore di oltre 300 mila euro. La maggior parte del rame è stato rubato dai tralicci della pubblica illuminazione, ma la banda è accusata anche di sei furti in appartamento e altri quattro ai danni di due ipermercati Leroy Merlin di Palermo a seguito dei quali erano stati ricettati attrezzi agricoli e refurtiva varia per circa 200 mila euro.

L’indagine è stata avviata nei primi mesi del 2017 dalla stazione dei carabinieri di Finale di Pollina, a seguito di una ripetuta serie di furti del prezioso “oro rosso” messi a segno, lungo la fascia costiera tra i comuni di Cefalù, Finale di Pollina e Campofelice di Roccella, in danno a società operanti nel settore della distribuzione dell’energia. Dopo i primi accertamenti vennero individuati come potenziali ladri Salvatore Renda, 29 anni, e Antonino Alvarez, 24 anni. Partendo da loro, la compagnia di Cefalù ha sviluppato le indagini tecniche, effettuando pedinamenti e riscontri sul territorio e, in breve tempo, ha scoperto  l’esistenza di un vero e proprio sodalizio criminale, composto da dieci persone (tutte originarie di Palermo e con precedenti specifici). 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I nomi degli arrestati: 

1. Antonino Alvarez, palermitano, 24 nni, arresti domiciliari
2. Salvatore Renda, palermitano, 29 anni, arresti domiciliari
3. Giuseppe Giuliano, palermitano, 29 anni, arresti domiciliari
4. Francesco Briamo, palermitano, 40 anni, arresti domiciliari
5. Pietro Lo Casto, palermitano, 37 anni, arresti domiciliari
6. Carmelo Di Stefano, palermitano, 56 anni, arresti domiciliari
7. Marco Algeri, palermitano, 46 anni, arresti domiciliari
8. Damiano Algeri, palermitano, 26 anni, arresti domiciliari
9. Davide Ferrante, palermitano, 24 anni, arresti domiciliari
10. Girolamo Alvarez, palermitano, 62 anni, obbligo di dimora nel comune di Palermo

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Razzia di rame con canna da pesca modificata, sgominata banda: 10 arresti

PalermoToday è in caricamento