Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca Brancaccio

Furti di moto e Vespa, condannati due fratelli: si spostavano su un mezzo rubato per i colpi

Sentenza definitiva per Carmelo e Ignazio Patricola, residenti a Brancaccio. Dovranno scontare 4 anni e mezzo di reclusione. Furono arrestati ad ottobre del 2018, dopo aver sottratto tre mezzi in un mese, incastrati dalle immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza

(Foto archivio)

In poco più di un mese, a settembre del 2018, avevano rubato una moto Bmw parcheggiata all'interno dell'ospedale Civico e due modelli storici di Vespa, rispettivamente in via Giorgio Arcoleo e in via Terrasanta. Adesso per due fratelli di Brancaccio, Carmelo e Ignazio Patricola, di 36 e 38 anni, la condanna a quattro anni e mezzo di reclusione è diventata definitiva.

La quinta sezione della Cassazione, presieduta da Carlo Zaza, ha infatti rigettato i ricorsi dei due imputati: la sentenza di primo grado, emessa dal gup con il rito abbreviato, a marzo del 2019, ha retto in tutti i gradi di giudizio.

I fratelli erano stati arrestati dalla polizia un mese dopo i colpi, il 10 ottobre del 2018. Ad incastrarli le immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza di diversi negozi che si trovavano nelle zone in cui erano avvenuti i furti. Gli imputati, peraltro, per spostarsi utilizzavano proprio un mezzo rubato, un Honda Sh.

I Patricola furono bloccati dai "Falchi" della polizia in via Rapisardi mentre erano a bordo dello scooter in precedenza sottratto al suo proprietario. Con loro avevano anche un grimaldello e un estrattore artigianale, che servivano per forzare i bloccasterzo. Durante una perquisizione in casa degli imputati, poi, i poliziotti avevano trovato abiti compatibili con quelli indossati durante i furti, oltre agli accessori di uno dei mezzi rubati, due caschi dello stesso modello e colore di quelli utilizzati dai ladri ripresi nei filmati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti di moto e Vespa, condannati due fratelli: si spostavano su un mezzo rubato per i colpi

PalermoToday è in caricamento