Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

"Sh" e "Scarabeo" i più rubati, furti di moto e scooter: Palermo quarta in Italia

I dati sono contenuti nel "Dossier sui Furti di Motoveicoli 2014", elaborato da LoJack. Lo scorso anno sono state 55.312 le "due ruote" rubate in tutta Italia, con un leggero incremento rispetto all'anno precedente. Solo Roma, Napoli e Milano peggio del capoluogo siciliano

Moto rubate - foto archivio

In un solo anno a Palermo e provincia sono stati rubati 3.189 mezzi a due ruote, tra moto e scooter. Un dato che colloca il capoluogo siciliano al quarto posto nella classifica delle città " a rischio" dopo Roma, Napoli e Milano. I dati sono contenuti nel "Dossier sui Furti di Motoveicoli 2014", elaborato da LoJack, azienda leader nella localizzazione e recupero di beni rubati, da cui emerge che lo scorso anno sono state 55.312 le 'due ruote' rubate, con un leggero incremento rispetto all'anno precedente. Un quadro negativo a cui si aggiunge il calo del ritrovamento dei mezzi da parte delle Forze dell'ordine: nel 2014 solo 18.437 unità (il 33% del totale), contro le 19.457 del 2013.

Il 49% dei modelli preferiti dai ladri sono marchiati Honda e Piaggio. In cima alle preferenze dei ladri si trova l'Honda SH con 9.832 furti (il 18% del totale), quasi il doppio rispetto al secondo classificato, l'Aprilia Scarabeo (4.651). Sul terzo gradino del podio c'è il Piaggio Liberty (3.870) che precede d'un soffio un'evergreen del mercato, la Vespa (3.799). Poi nell'ordine: Yamaha T-Max (1.423), Piaggio Beverly (1.385), Piaggio Ape (801), Kymco People (783), Yamaha Majesty (744), MBK Booster (682). Tra questi, i più difficili da ritrovare sono risultati il Booster (solo il 24% di recuperi), la Vespa (25%) e il T-Max (28%). Dei 151 moto/scooter che ogni giorno spariscono in Italia (6 ogni ora), ben 9.208 lo scorso anno si sono volatilizzati all'ombra del Cupolone. Le altre zone più a rischio sono le province che inglobano le aree metropolitane di Napoli (7.430 furti), Milano (5.791), Palermo (3.189) e Genova (2.538). In totale queste cinque aree concentrano il 51% del business criminoso.

Relativamente alle regioni, il Lazio ha la maglia nera, seguito a ruota da Sicilia, Campania, Lombardia e, più a distanza, dalla Toscana. Di contro, Molise, Basilicata e Valle d'Aosta sono le più sicure. Secondo Maurizio Iperti, amministratore delegato di LoJack Italia "Al Nord sono particolarmente attive le bande criminali nomadi che rubano le moto, spesso caricandole su furgoncini, per poi rivenderle intere o a pezzi. A Roma, e nell'Italia centrale, i furti alimentano un mercato internazionale orientato verso i Paesi dell'Est. Nelle Regioni meridionali i furti avvengono in modo più tradizionale, tramite effrazione, e a Napoli vengono messi a segno soprattutto per compiere altri reati o per rivendita".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sh" e "Scarabeo" i più rubati, furti di moto e scooter: Palermo quarta in Italia

PalermoToday è in caricamento