Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

I furti di energia restano di moda: nel 2012 arrestate 90 persone

Il fenomeno si mantiene forte sia in città che in provincia. Secondo i dati dei carabinieri le persone arrestate sono aumentate rispetto al 2011. In calo invece le denunce: 63 nel 2012 contro le 158 del 2011

Contatori "taroccati" - foto archivio

Combattere la crisi? C’è chi lo fa cercando di tagliare, anzi stracciare, la bolletta. Sempre più persone cercano, infatti, di evadere il pagamento dell’elettricità con svariati metodi. Nel 2012 sono state 90 le persone arrestate dai carabinieri, una in più rispetto allo stesso periodo del 2011. In calo invece le denunce.

Il fenomeno esiste e si conferma “forte” nel territorio palermitano. A confermarlo i dati forniti dall’arma dei carabinieri che dimostrano come sempre più persone e sempre più aziende cerchino di “risparmiare” sulla bolletta truffando l’Enel.

Tra i responsabili di questo reato ci sono appartenenti a varie categorie dalle casalinghe, agli impiegati, disoccupati, commercianti, ambulanti, ristoratori, giostrai, pregiudicati e persone sottoposte agli arresti domiciliari nonché nullafacenti.

Numerosi gli interventi dei carabinieri su questo fronte. L’ultimo ha avuto luogo pochi giorni fa in un bar di via Oreto. Due giovani incensurati di 23 e 24 anni, sono stati fermati perché è stato accertato, grazie all'intervento di tecnici dell’Enel, che questi avevano manomesso il contatore affinché registrasse un quantitativo di energia inferiore rispetto a quello effettivamente erogato.

Per lo stesso reato nel 2012 sono state arrestate 90 persone di cui 73 uomini e 17 donne, mentre 63 persone sono state denunciate in stato di libertà (39 uomini e 24 donne). Nel 2011 erano state 89, invece, le persone arrestate e 158 i denunciati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I furti di energia restano di moda: nel 2012 arrestate 90 persone

PalermoToday è in caricamento