menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto archivio

Foto archivio

Furto di energia, in manette un pregiudicato e il titolare di una pizzeria

Gli agenti del commissariato "Oreto-stazione" hanno arrestato V.P., 31 anni, mentre di carabinieri sono intervenuti a Roccamena e hanno arrestato S.A., 53 anni, ristoratore

Due uomini sono finiti in manette, in meno di 24 ore, per furto di energia elettrica. Gli agenti del commissariato "Oreto-stazione" hanno arrestato V.P., 31 anni, mentre di carabinieri sono intervenuti a Roccamena e hanno arrestato S.A., 53 anni, titolare di una pizzeria.

La polizia è intervenuta in casa di V.P. perchè l'uomo era ai domiciliari con il cosiddetto "braccialetto elettronico", che sembrava non funzionare bene. Una volta nell'abitazione, hanno notato delle anomalie sul contatore. Nonostante vi fossero alcuni elettrodomestici in funzione, il consumo di energia era pari a zero. Insospettiti, hanno sollecitato l’intervento del personale Enel. Si è così scoperto che c'erano due cavi collegati alla linea di alimentazione del contatore e nascosti all’interno di un apposito vano ricavato sul balcone e occultato con una piastra in plexiglass. L’allaccio abusivo è stato rimosso ed è stato installato un nuovo contatore. Il giudice ha convalidato l'arresto dell'uomo e ha confermato gli arresti domiciliari con dispositivo elettronico di controllo.

A Roccamena invece i carabinieri hanno scoperto che il titolare di un bar-pizzeria aveva posto un magnete sul contatore, riducendo così i consumi del 95%. Sono così scattate le manette. Processato per direttissima è stato condannato a sei mesi di reclusione con pena sospesa ed è stato rimesso in libertà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento