rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca

Assalti alle banche, carabinieri di Avellino sgominano la banda dell'esplosivo: arresti pure a Palermo

Il blitz è scattato alle prime ore dell’alba: nove gli accusati che avrebbero messo a segno una serie di colpi utilizzando "ordigni ad alto potenziale"

Avrebbero compiuto una serie di assalti a banche e uffici postali utilizzando "ordigni esplosivi ad alto potenziale". Con l'accusa di furti o tentati furti, che avrebbero fruttato bottini per svariate migliaia di euro, nove persone sono state arrestate (7 sono in carcere e 2 ai domiciliari) dai carabinieri di Avellino, su disposizione della magistratura irpina. 

Il blitz dei militari dell’Arma, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare del gip di Avellino, su richiesta della procura, si è svolto, oltre che nella stessa provincia di Avellino, in quelle di Foggia, Lecce e Palermo.

I nove sono accusati di far parte, a vario titolo e in concorso fra loro, di un’associazione per delinquere finalizzata a commettere furti, nota come la banda dell'esplosivo. I furti venivano messi a segno con la tecnica della cosiddetta "marmotta", uno strumento artigianale in metallo di forma schiacciata dotato di una lunga asta utilizzato dai malviventi per introdurre l'esplosivo nei bancomat.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assalti alle banche, carabinieri di Avellino sgominano la banda dell'esplosivo: arresti pure a Palermo

PalermoToday è in caricamento