Cronaca Libertà / Via Imperatore Federico

Ladri al Teatro Mediterraneo: rubati fari e attrezzature, danni per 2.000 euro

A fare la spiacevole scoperta sono stati i lavoratori dello spettacolo e gli artisti che ieri si sono recati nel capannone 1 dell' Ex Fiera del Mediterraneo: "Ancora una volta denunciamo la totale assenza di un controllo"

Furti e atti vandalici al Teatro Mediterraneo occupato. A fare la spiacevole scoperta sono stati i lavoratori dello spettacolo e gli artisti che ieri si sono recati nel capannone 1 dell' Ex Fiera del Mediterraneo. I locali negli ultimi otto mesi hanno ospitato decine di spettacoli teatrali e produzioni artistiche di vario tipo. Qualcuno, frantumando i vetri di una entrata laterale, è riuscito a introdursi all'interno del capannone rubando un cavo trifase che collegava l'impianto elettrico del Teatro al contatore Enel che forniva l'energia per le attività del teatro.

Sono stati trafugati altri materiali quali: luci, fari e attrezzature di scena necessarie allo svolgimento degli spettacoli e delle prove teatrali. Il valore dei beni trafugati supera i duemila euro e si tratta di un danno ingente per una realtà autogestita che, dal nulla e senza alcun finanziamento o appoggio istituzionale, è riuscita in circa otto mesi a costruire un teatro e una sala prove gratuiti e a disposizione della città.

"Il nostro capannone - spiegano i lavoratori dello spettacolo in una noto - rappresenta una eccezione all'interno della Fiera del Mediterraneo, completamente distrutta e vandalizzata in seguito ad anni di incuria e abbandono, una eccezione virtuosa che ha dimostrato come l'autorecupero dei luoghi abbandonati sia possibile e rappresenti una ricchezza per la città di Palermo,trattandosi di un luogo di produzione culturale e di aggregazione a costo zero per l'amministrazione comunale. Tutto quello che è stato trafugato era il frutto di mesi di lavoro e della solidarietà di artisti e lavoratori dello spettacolo, nonché del supporto delle migliaia di cittadini che in questi mesi hanno attraversato gli spazi del Teatro Mediterraneo Occupato. Ancora una volta denunciamo la totale assenza di un controllo e di vigilanza all'interno della Fiera del Mediterraneo, il cui proprietario è il Comune di Palermo che risulta impotente ad arginare i furti e le vandalizzazioni negli spazi dell'ex Fiera.

"L'impressione - prosegue la nota - che abbiamo è che si stia cercando di creare il deserto e la devastazione totale delle decine di padiglioni della Fiera, così da poter rendere necessaria e urgente la svendita di un bene che da anni non sembra trovare alcuna destinazione d'uso, in una totale assenza di progetti e ovviamente di fondi. In altre città Europee esperienze come la nostra sarebbero supportate e finanziate dalle pubbliche amministrazioni, a Palermo invece chi cerca di restituire spazi alla città, creando cultura e opportunità lavorative, viene ostacolato, isolato e spesso condannato. Rivolgiamo il nostro appello alla città di Palermo, non alle sue istituzioni, ma ai suoi cittadini, a tutti quelli che in questi mesi hanno usufruito dei nostri spazi e delle nostre attività. Chiediamo a tutti di supportare le nostre iniziative che, inutile dirlo, riprenderanno a settembre con più vigore e più passione di prima. Il Teatro Mediterraneo Occupato - è la conclusione della nota - non si lascia intimidire, non si scoraggia e rilancia la propria progettualità artistica e politica con più passione e determinazione di prima, perché ciò che facciamo è per noi inevitabile, e l'inevitabile, si sa, è la forma in cui si presenta ciò che è necessario".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri al Teatro Mediterraneo: rubati fari e attrezzature, danni per 2.000 euro

PalermoToday è in caricamento