Furti, controlli dei carabinieri: quattro arresti e tre denunce

In manette sono finiti quattro pregiudicati sorpresi dai militari a sottrarre alluminio all'interno di alcuni cantieri edili. Accusate di ricettazione altre tre persone: in un magazzino sono stati ritrovati pezzi di auto e scooter rubati

Il magazzino dove sono stati trovati pezzi di auto e scooter rubati

E’ di quattro persone arrestate e altre tre denunciate il risultato di una serie di servizi di controllo del territorio effettuati dai carabinieri del nucleo Radiomobile. Gli arresti sono frutti di due distinte operazioni. Nel primo caso sono finiti in manette in flagranza di reato i pregiudicati C.Z., 35 anni ed E.F. di 32, entrambi residenti in via del Bassotto, a Falsomiele. I due sono stati sorpresi mentre erano intenti ad asportare alcuni infissi in alluminio da un cantiere edile in via Guido Rossa (in zona Bonagia), alcuni dei quali erano già stati e caricati a bordo di una Lancia Y. La refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario mentre il veicolo posto sotto sequestro. Nel secondo caso i pregiudicati S. C., 23 anni residente in via Conte Federico e A. M., sono stati sorpresi ad asportare del rame da un cantiere edile in corso Calatafimi ed arrestati con l'accusa di furto aggravato. Anche in questo caso la refurtiva è stata recuperata e restituita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I militari nel corso di un altro servizio di controllo del territorio, hanno denunciato in stato di libertà per ricettazione tre palermitani: S. N. S. Di 21 anni, I.L. Di 38 anni e R.F. Di 56 anni. I militari, nel transitare nei pressi di Piazza d'Orleans, hanno rinvenuto all'interno di due magazzini di pertinenza dei tre vari mezzi e parti di essi tutti oggetto di furto. Tutta la refurtiva rinvenuta è stata sequestrata mentre le autovetture e gli scooter sono stati restituiti ai legittimi proprietari. Gli arrestati sono stati trattenuti nelle camere sicurezza e sono stati sottoposti al rito direttissimo al termine del quale gli arresti sono stati convalidati e C. Z. ed E. F. sono stati sottoposti agli arresti domiciliari mentre S. C. e A. M. condannati all'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto al largo di Palermo, scossa di magnitudo 2.7 avvertita dalla popolazione

  • Incidente all'Acquapark, giovane batte la testa: ricoverato in gravi condizioni

  • Figlia morta dopo il Gratta e vinci perdente: chiesta condanna a 6 anni per la mamma infermiera

  • Con lo scooter investì e uccise un anziano e il suo cane, morto un trentenne

  • Suicidio all'Uditore, cinquantenne si getta dalla finestra e muore

  • Incidente in autostrada, si ribalta un tir a Carini: lunghe code

Torna su
PalermoToday è in caricamento