Palermo dice addio a Rita Borsellino: riaperta la camera ardente, oggi l'ultimo saluto

I funerali saranno celebrati alle 11.30 nella Chiesa Madonna della Provvidenza-Don Orione, in via Ammiraglio Rizzo. La camera ardente, allestita in un bene confiscato alla mafia, resterà aperta fino alle 9

Rita Borsellino

Palermo oggi darà l'ultimo saluto a Rita Borsellino, la sorella del giudice antimafia Paolo, morta a ferragosto all'età di 73 anni dopo una lunga malattia. I funerali saranno celebrati alle 11.30 nella Chiesa Madonna della Provvidenza-Don Orione, in via Ammiraglio Rizzo. Intanto, questa mattina alle 7 è stata riaperta la camera ardente, allestita in via Bernini 52, nella sede del centro studi dedicato a Paolo Borsellino, in un bene confiscato alla mafia. Chiederà alle 9.

Un viavai di istituzioni, magistrati, esponenti dell'associazionismo e tanta gente comune ieri vi ha fatto visita per rendere omaggio all'ex europarlamentare diventata, dopo la morte del fratello, testimone autorevole dell'antimafia e punto di riferimento nella lotta alla criminalità. La notizia della sua morte ha scosso l'Italia intera. Rita lascia tre figli, Claudio, Celia e Marta che da poco hanno perso anche il padre.

Palermo piange Rita, viavai di istituzioni e gente comune alla camera ardente

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trabia, matrimonio da incubo: sposa investita dalle fiamme durante il flambè di benvenuto

  • Tragico incidente in via Roma, scontro auto-moto: un morto

  • Chiudono il negozio mentre sono in camerino, mamma e figlia bloccate per 2 ore da Ovs

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Coronavirus, 61 i nuovi casi in Sicilia: a Palermo un'altra vittima e un neonato contagiato

  • Sedici anni senza la voce sublime di Giuni Russo, ma a Palermo neanche una via per ricordarla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento