menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Barcarello, il luogo del ritrovamento

Barcarello, il luogo del ritrovamento

Dopo 6 giorni ritrovati i fidanzatini in fuga, la mamma di Gabriele: "Stanno bene"

I familiari gli avevano lanciato un appello: "Siamo disponibili al dialogo. Sistemeremo ogni cosa. Dateci un segno, abbiamo bisogno dei vostri abbracci". La polizia li ha trovati a Barcarello

Gabriele e Ashly sono tornati a casa. I due fidanzatini, 15 anni lui e 16 lei, stanno bene. Sei giorni fa si erano allontanati dalle proprie abitazioni, a Borgo Nuovo, portando con sé qualche soldo, indumenti, un materassino e un sacco a pelo. Dopo l'appello congiunto delle mamme, ieri sera l'epilogo felice. "La polizia li ha trovati - afferma a PalermoToday la mamma di Gabriele - a Barcarello".

Nel primo pomeriggio di ieri i familiari disperati avevano lanciato l'ennesimo messaggio ai figli: "Date almeno un segnale a noi genitori che siamo disponibili a una apertura di dialogo qualunque esso sia. Vi preghiamo di non farci ancora soffrire con il vostro mutismo, sistemeremo tutto è una promessa. Non esitate a chiamarci. Vi supplichiamo abbiamo bisogno dei vostri abbracci".

Nei giorni precedenti i genitori avevano distribuito volantini e foto in giro per Palermo. Il padre di Gabriele era intervenuto sulla vicenda rivolgendosi agli amici dei due ragazzi: "E' impensabile che qualche amico non stia offrendo aiuto - aveva detto loro attraverso PalermoToday - ed è a loro che mi rivolgo: aiutare i ragazzi a permanere fuori casa non è il modo migliore per fargli del bene. Noi siamo in grande apprensione per loro e il loro ritorno a casa non potrà che avere un solo esito, quello di cercare di trovare una soluzione a tutto. Il mio appello è rivolto dunque agli amici di Gabri e Ashly: parlate voi con i ragazzi e dite loro che tutto si aggiusta".

Per quasi una settimana i parenti dei due minori li hanno cercati ovunque facendo i turni. "Abbiamo setacciato tutte le spiagge palermitane - raccontava la mamma di Gabriele - e i luoghi abitualmente frequentati da mio figlio. Tutto quello che abbiamo e riceviamo lo diamo alla polizia". Dopo giorni di angoscia, tutto si è risolto nel migliore dei modi.

"La mia gioia è troppo immensa per poterla descrivere - dichiara la mamma di Gabriele - ma da subito voglio assolutamente ringraziare tutti, amici, parenti ed estranei che mi hanno inviato migliaia di messaggi di solidarietà, sostegno e conforto. Grazie per l'amore e l'amicizia che ci avete dimostrato".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento