Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Con l'autobotte "rubava" il carburante: autista denunciato, mezzo sequestrato

A scoprire la frode i funzionari dell’Agenzia dogane e monopoli, con la collaborazione della guardia di finanza: l'autista sversava solo una parte del carburante contenuto nel mezzo nel serbatoio di una nave ancorata al porto

Navi al porto di Palermo - foto archivio

Avrebbe dovuto riversare tutto il carburante contenuto nell'autobotte nel serbatoio di una nave in sosta al porto, ma ne travasava solo una parte. Per questo l'autista del mezzo è stato denunciato. L'autobotte è stata sequestrata insieme ai circa 2.500 libri di carburante stoccato all’interno. A scoprire la frode i funzionari dell’Agenzia dogane e monopoli, con la collaborazione dei militari della guardia di finanza. 

I finanzieri dopo che l’autobotte ha terminato le operazioni di rifornimento hanno controllato il mezzo e riscontrato una giacenza di carburante all’interno della cisterna che, secondo la documentazione presentata dall’autista, avrebbe dovuto essere interamente destinato all’imbarcazione. L'autobotte è risultata non conforme: l’apparato di misurazione installato a bordo non era mai stato sottoposto alla prevista omologazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con l'autobotte "rubava" il carburante: autista denunciato, mezzo sequestrato

PalermoToday è in caricamento