rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

"Una villa in cambio di favori", indagato l'ex presidente Ars Cascio

I fatti risalgono al 2001, quando era assessore regionale al Turismo. Avrebbe consentito agli imprenditori Lapis di ottenere fondi europei per la realizzazione di un resort a Collesano. La replica: "Pagata fino all'ultimo euro"

Guai giudiziari per l'ex presidente dell'Assemblea regionale siciliana, Francesco Cascio. L'ex forzista, ora Ncd, è indagato per corruzione dalla procura di Palermo: avrebbe consentito a una società titolare di un resort e di un impianto sportivo adibito a campi da golf di ottenere fondi europei. In cambio avrebbe ricevuto in regalo una villetta a Collesano.

A fare il generoso regalo sarebbero stati gli imprenditori Giuseppe e Gianluigi Lapis, titolari della Ecotecna srl (oggi fallita), che costruì il Golf Club Le Madonie, che ottennero un finanziamento di oltre 6 milioni. Cascio è coinvolto nell'indagine perchè all'epoca dei fatti (il 2001) era assessore regionale al Turismo (giunta Cuffaro). Indagati anche i Lapis e due dirigenti regionali.

Immediata la replica di Cascio. "La villetta - spiega - sorge nel territorio di Collesano, ma da tutt'altra parte rispetto agli impianti da golf. E' di appena ottanta metri quadrati, l'ho pagata fino all'ultimo millesimo e ho pure ritrovato le fatture della ditta e le matrici degli assegni. Sono sereno e fiducioso nel lavoro della magistratura".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Una villa in cambio di favori", indagato l'ex presidente Ars Cascio

PalermoToday è in caricamento