Cronaca Montegrappa-Santa Maria di Gesù / Via Ernesto Basile

Frammenti di memoria condivisa, mosaico antimafia coi volti delle vittime

E' stato svelato stamattina dall'associazione "Muovi Palermo" al padiglione 19 dell'Università. Presenti il rettore Roberto Lagalla, il generale dei carabinieri Teo Luzi, il questore Nicola Zito e i familiari dei caduti

Il mosaico di viale delle Scienze

Inaugurato stamattina alle 12 dall'associazione "MuoviPalermo" il secondo tassello del progetto "Frammenti di memoria condivisa". Un secondo mosaico in memoria dei caduti di mafia, proprio nel giorno in cui Mario Francese, giornalista ucciso dalla mafia, avrebbe compiuto 86 anni. Alla cerimonia di stamani erano presenti, di fronte al padiglione 19 della cittadella universitaria, il rettore dell'Ateneo, Roberto Lagalla, il generale Teo Luzi, il questore  Nicola Zito, nonché i familiari delle vittime presenti nella composizione.

Un modo, secondo gli ideatori, per "poterci avvicinare alle storie di queste persone meravigliose, uomini, donne e bambini che hanno perso la vita per amore della verità e dell'onestà, che hanno dato la vita, per il loro estremo senso del dovere, a cui è stata strappata la vita semplicemente perché si sono trovate nel posto sbagliato al momento sbagliato. A tutti loro va il nostro ricordo. Il nostro rispetto. È giusto "raccontare", spiegare, insegnare questa parte della nostra storia. È questo il senso completo del nostro progetto".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frammenti di memoria condivisa, mosaico antimafia coi volti delle vittime

PalermoToday è in caricamento