menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gli fanno foto mentre dorme in aereo e lo prendono in giro su Facebook: imprenditore risarcito

La vittima è un 67enne di San Giuseppe Jato: l'autore dello scherzo, un 30enne palermitano, ha dovuto sborsare 1.200 euro

Si addormentò in aereo e venne fotografato da alcuni sconosciuti. Uno scatto che fu poi postato su Facebook, sottoponendo l'ignaro protagonista della vicenda - un imprenditore 67enne di San Giuseppe Jato - a numerosi commenti di scherno. Adesso la "vittima" che ha fatto causa è stata risarcita. Un risarcimento di 1.200 euro che l'uomo, Giuseppe Leone, ha deciso di devolvere in beneficenza. La storia è stata raccontata da Teleoccidente.it. I fatti risalgono a cinque anni fa.

Leone adesso racconta: "Ero stanco – ha detto a Teleoccidente.it – e durante il rientro da Bergamo mi addormentai seduto di fianco a mia moglie. Due passeggeri scattarono una foto vicino il mio viso, entrambi sorridenti e con il pollice alzato in segno di vittoria e schernimento". Il giorno dopo un 30enne palermitano postò la foto sul suo proprio profilo Facebook. "La foto era stata visualizzata da centinaia di persone. Aveva ottenuto 270 'like' e quaranta commenti". Commenti poco edificanti. Del tipo: "Pare un morto", oppure "manca solo la bara".

Da qui la decisione di presentare una denuncia per diffamazione. Perché come si legge sul sito web dell'emittente televisiva palermitana "sembra che quella foto avesse turbato perfino la figlia in gravidanza che si trovava a Bergamo. A notare l’immagine erano stati alcuni amici e compaesani di Leone, che su Facebook non è presente per scelta. Dopo la denuncia e le proteste dell’ignaro protagonista, la foto venne tolta dalla rete. La vicenda giudiziaria è stata poi archiviata, ma l’imprenditore non si è fermato". Fino a ottenere, grazie anche alla tenacia dei suoi avvocati, un risarcimento di 1200 euro, pagati dall’autore dello scherzo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento