rotate-mobile
Cronaca

“Forum Sociale Mondiale”, in partenza pure una delegazione palermitana

Dal 26 al 30 marzo a Tunisi. Le attività si svolgeranno nel campus dell’Università di Tunisi “El Manar” dove saranno presenti oltre 40mila visitatori in rappresentanza di 5000 associazioni provenienti da 130 paesi del mondo

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Partirà sabato mattina dal porto di Palermo una delegazione cittadina che dal 26 al 30 marzo di questo mese parteciperà al Forum Sociale Mondiale che si terrà a Tunisi, capitale del paese maghrebino simbolo della “Primavera Araba” fiorita due anni fa ma non priva, ancora, di momenti di tensione ed evoluzione.

Per l’occasione decine di associazioni e movimenti palermitani hanno costituito il “Coordinamento per il Forum Sociale Mondiale” che da oltre un mese si riunisce in città, nella sede dell’associazione Arca, per stilare un documento condiviso da poter portare come contributo nei vari dibattiti che si susseguiranno nel corso del Forum. Le attività si svolgeranno nel campus dell’Università di Tunisi “El Manar” dove saranno presenti oltre 40mila visitatori in rappresentanza di 5000 associazioni provenienti da 130 paesi del mondo. Tre gli assi tematici scelti dal Coordinamento palermitano che ha centrato il focus del documento su: immigrazione, smilitarizzazione del mediterraneo e comunicazione.

Argomenti di attuale interesse soprattutto in funzione delle continue traversate dal Nordafrica alle coste siciliane per quanto riguarda l’immigrazione ed alla querelle in corso sulla costruzione del Muos a Niscemi in riferimento al tema della smilitarizzazione. Sabato mattina, assieme al Coordinamento per il Forum Sociale Mondiale, partirà anche un'altra iniziativa: l’avvio del progetto Maghweb. Nato da un’idea di due laureati palermitani, Maghweb si occuperà d’informazione riguardo le attività delle Associazioni non governative e delle Onlus italiane e spagnole nel Maghreb.

Una serie di mini-documentari e interviste che mostreranno come la migliore “arma” per garantire pace e sviluppo nei paesi che presentano criticità interne sia la cooperazione internazionale. Dopo i reportage in Tunisia, gli ideatori del progetto Maghweb (Vincenzo Allotta e Gabriele Tramontana), si sposteranno in Spagna dove lavoreranno fianco a fianco con gli esperti dell’IPAZ (Instituto Universitario de Investigación de la Paz y los Conflictos de la Universidad de Granada, diretto da Beatriz Molina Rueda) per preparare la seconda tappa pregnante del docu-viaggio: il Marocco. Le attività del progetto Maghweb saranno costantemente aggiornate sul sito www.maghweb.org oltre che su Facebook e Twitter agli indirizzi https://www.facebook.com/Maghweb.org e https://twitter.com/Maghweb

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Forum Sociale Mondiale”, in partenza pure una delegazione palermitana

PalermoToday è in caricamento