menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Yasser Arafat

Yasser Arafat

Tratto del Foro Italico intitolato ad Arafat, monta la polemica: "Scelta inopportuna"

Alla cerimonia saranno presenti - oltre al sindaco Orlando - anche gli assessori Adham Darawsha e Giusto Catania. Gelarda (Lega) a PalermoToday: "Parliamo di uno che è stato capo di una organizzazione terroristica"

Un tratto del Foro Italico sarà intitolato a Yasser Arafat. E scoppia la polemica. La cerimonia si svolgerà domani mattina alle ore 10.30 al Foro Umberto I (di fronte a Villa Giulia), alla presenza del sindaco Leoluca Orlando e degli assessori Adham Darawsha e Giusto Catania. "Intitoliamo un pezzo del Foro Italico ad Arafat, premio Nobel per la Pace - spiegano dagli uffici del Comune -. Sarà presente, tra gli altri, Nasser Al-Kidwa, nipote di Yasser Arafat e presidente della Yasser Arafat Foundation (YAF).  L'iniziativa è promossa dal Comune di Palermo, dalla Rete Palermitana di Solidarietà “Con la Palestina nel Cuore” e da CISS - Cooperazione Internazionale Sud Sud, e si inserisce tra quelle organizzate oggi e domani per rimettere al centro dell'attenzione i diritti del popolo Palestinese".

PHOTO-2019-10-28-11-29-04-2

La decisione non è andata giù a Igor Gelarda, capogruppo Lega Palermo e responsabile enti locali Sicilia occidentale. "L'intitolazione del lungomare a Yasser Arafat da parte del Comune - dice a PalermoToday - ci pare quanto mai inopportuna. Per quanto sia stato un personaggio sicuramente famoso e per quanto abbia vinto il Nobel della Pace, è stato per lungo tempo a capo di una organizzazione terroristica, come l’Olp.  Inoltre, numerose sono state le contestazioni a suo carico, anche per quanto riguarda la gestione del suo patrimonio personale, con la stessa autorità palestinese che dimostrò che lui aveva un patrimonio occulto estremamente consistente, più di un miliardo di dollari, di provenienza non chiara. Questa ci sembra l'ennesimo atto di sottomissione del sindaco Orlando verso il mondo islamico, verso tutto quello che non è italiano. D'altra parte cosa si può aspettare da un sindaco che sostiene che Palermo è una città Mediorientale? Ci sarebbe sembrato molto più giusto, da un punto di vista storico e per rispetto a chi ha perso la vita per difendere la patria, intitolare questo lungomare, ad esempio a tutti i caduti di Nassiriya".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento