menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nello Musumeci

Nello Musumeci

Fondi Ue, via libera alla riprogrammazione delle risorse per 1,3 miliardi di euro

La Regione intende utilizzare questi fondi per interventi anche infrastrutturali, per far fronte all'emergenza post Covid. La voce più significativa è quella dei 380 milioni di euro a favore degli enti locali dell'Isola. La soddisfazione di Musumeci

Con l'approvazione da parte della cabina di regia, presieduta dal ministro per il Sud Giuseppe Provenzano, si è conclusa stamane la procedura per la riprogrammazione dei Fondi europei, proposta dal governo regionale.

Si tratta di 1,3 miliardi di euro di risorse - già disponibili e mai utilizzate negli ultimi venti anni - che il governo Musumeci intende utilizzare, per interventi anche infrastrutturali, per far fronte all'emergenza post Covid. La voce più significativa è quella dei 380 milioni di euro a favore degli enti locali dell'Isola.

"Sono soddisfatto - sottolinea il presidente della Regione Nello Musumeci - per l'approvazione della nostra proposta, che ci ha visti impegnati in un confronto costruttivo e leale con il ministro Provenzano".

 L'Anci Sicilia in una nota esprime "apprezzamento per la collaborazione istituzionale che ha impegnato i comuni siciliani, il governo nazionale e il governo regionale" e che ha condotto alla conclusione della procedura per la riprogrammazione dei fondi europei. Il presidente  Leoluca Orlando plaude "al ministro Provenzano e alle strutture dell'Agenzia per la coesione territoriale per aver superato i noti problemi derivanti dalla decisione dell'Ars di utilizzare risorse europee notoriamente sottoposte a particolari limiti e procedure".

"L'Anci Sicilia - conclude Orlando - confida che nel più breve tempo possibile siano adottati i provvedimenti di competenza regionale in modo tale che entro il 31 dicembre i Comuni siano in grado di predisporre i relativi atti di impegno".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento