L'Europa approva il progetto tram: arrivano 50 milioni, raddoppiati i treni

I nuovi mezzi arriveranno entro il 2016 e si andranno ad aggiungere ai 17 treni già in dotazione per le quattro linee. L'azienda di via Roccazzo risponde alle critiche ricevute da Nadia Spallitta: "Frequenza di passaggio di 5 minuti e non di 25"

Il "progetto tram" decolla. E dopo le critiche, Amat decide di rilanciare con il raddoppio dei treni in dotazione. I nuovi mezzi arriveranno entro il 2016 e si andranno ad aggiungere ai 17 treni già in dotazione per le quattro linee. L'acquisto sarà possibile grazie ai 50 milioni di euro della Comunità europea (programma operativo Fers 2007/2013), che avrebbe preso atto del buon esito del "progetto tram". Si tratta di fondi che saranno dirottati per l'obiettivo concordato con l'Amministrazione comunale.

I nuovi treni serviranno per raddoppiare il parco rotabile e diminuire ulteriormente i tempi di attesa alle fermate. E a questo proposito Amat ha deciso di replicare all'allarme lanciato ieri da Nadia Spallitta, vicepresidente del consigliere comunale, che aveva sollevato alcune perplessità sul progetto, parlando chiaramente di "rischio fallimento". "Precisiamo che, già con la dotazione del parco treni attuale - si legge in una nota Amat - la frequenza di passaggio alle fermate della linea 1 Roccella/Stazione Centrale (6 chilometri) sarà di circa cinque minuti, e non di venti/venticinque minuti, mentre tutto il percorso, fermate incluse, sarà coperto in circa 17 minuti. I treni lunghi circa 32 metri hanno una capienza di 250 posti, di cui 56 a sedere".

"I tempi di attesa - sottolineano dall'azienda di via Roccazzo - sono in linea con i valori medi indicati da altri sistemi Tram presenti in Italia". 
Tutto ciò sarà oggetto di approvazione da parte della costituenda 'commissione di agibilità' che, dopo il tempo necessario per le verifiche, dovrà rilasciare il Nulla osta all'esercizio (N.O.E.) quale documento finale dell'attività di pre-esercizio, nella quale l'Amat risulta impegnata in qualità di stazione appaltante. Va detto pure che tale proposta è inserita nel definitivo programma d'esercizio, così come collegato al nuovo contratto di servizio, che sarà oggetto di valutazione del Consiglio comunale.

Stabiliti anche alcuni "parametri". La velocità massima consentita a tram è stata fissata dal codice della strada: il limite è di 50 chilometri orari. Infine sottolinea l'Amat "non si riscontra nessuna criticità che possa compromettere il servizio, soprattutto a livello infrastrutturale; così come non c'è preclusione all'accesso dei diversamente abili, tenuto conto che il progetto segue la normativa vigente ed è stato approvato, in tutti i suoi aspetti, da tutti i soggetti preposti ivi incluso il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti".


 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Palermo usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

Torna su
PalermoToday è in caricamento