rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca

Covid al Pagliarelli, rabbia e proteste in uno striscione: "Garantire rispetto della vita nelle carceri"

E' stato appeso all'esterno del penitenziario, dove sono stati accertati trentuno casi di contagio. Il movimento indipendentista Antudo: "Non si è fatto il necessario per scongiurare la diffusione del virus. Bisogna emettere subito provvedimenti straordinari come l’amnistia e l’indulto"  

"Garantire distanziamento e rispetto della vita nelle carceri". E' quanto si legge in uno striscione comparso stamani all'esterno del carcere Pagliarelli. Nel penitenziario sono stati accertati trentuno casi di contagio da Covid-19. La scoperta è stata fatta dalla direzione dell’istituto dopo gli accertamenti sanitari avviati quando un un detenuto ha iniziato ad accusare alcuni sintomi riconducibili al virus. I tamponi hanno poi confermato i sospetti.   
 

"Nonostante fosse prevedibile la diffusione incontrollata del Covid-19 all’interno delle carceri, non si è fatto il necessario per scongiurare questa eventualità - attacca Giovanni Siragusa del movimento indipendentista Antudo - Anche ai detenuti va garantito il diritto alla vita e alla salute. Per questo e per tanti altri motivi bisogna emettere subito provvedimenti straordinari come l’amnistia e l’indulto".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid al Pagliarelli, rabbia e proteste in uno striscione: "Garantire rispetto della vita nelle carceri"

PalermoToday è in caricamento