Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Dopo i raid flash mob di Orlando e assessori davanti alle scuole: "No ai ladri di futuro"

L'iniziativa della Giunta dopo gli atti vandalici e i furti delle ultime settimane. Il sindaco davanti alla Federico II, al Borgo: "Al via una piattaforma per il controllo sociale"

 

Tra i partecipanti al flashmob anche diversi consiglieri comunali, presidenti e consiglieri di circoscrizione. "Ho partecipato con orgoglio - spiega Fabio Teresi, presidente della V circoscrizione - perché è necessario sottolineare la collaborazione forte tra genitori e cittadini di Palermo per evitare che le nostre scuole vengano distrutte. Sono sicuro del forte impegno che verrà messo in pratica dalle nostre amministrazioni, per proteggere luoghi destinati alla alla crescita educativa dei nostri figli".

Per Marco Frasca Polara, presidente dell'VIII circoscrizione, "la presenza del Sindaco al flash mob organizzato davanti al plesso Serpotta al Borgo Vecchio è un segno tangibile di vicinanza e solidarietà a questo territorio. Con la parrocchia e le associazioni che operano in questo quartiere, organizzeremo attività durante i mesi estivi rivolte ai più giovani. Non bisogna abbassare la guardia".

Presenti anche Valentina Chinnici e Antonino Sala del Gruppo "Avanti Insieme" per i quali "l’attacco sistematico alle scuole è un attacco alla città stessa e al suo futuro. La presenza del sindaco e della Giunta in diverse scuole oggi è la conferma del necessario sforzo fatto da ciascuno di noi.Le scuole, pur chiuse in questi mesi, hanno tenuto cucita la relazione educativa e il tessuto civico del nostro Paese, hanno continuato ad essere un presidio ed un luogo di aggregazione e socialità; ora però andiamo incontro all'estate e non dobbiamo abbassare la guardia, ma tenere alta l'attenzione difendendo la Scuola e le scuole nel momento in cui sono più vulnerabili. Abbiamo bisogno di scuole aperte, vive, costruttrici di cittadinanza attiva. Custodirle significa custodire noi stessi e il nostro futuro".
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
PalermoToday è in caricamento