menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Serie Tv e rifiuti, il Piave mormorò: arriva il palermitano Igor D'India

Bottiglie di plastica e spazzatura: il documentarista ritorna nella laguna veneta per continuare le riprese di "The Raftmakers" e attraversa il fiume con mezzi di fortuna, alla maniera dei pionieri di un tempo, per mostrare gli effetti del "climate change"

Il documentarista palermitano Igor D'India ritorna nella laguna veneta per continuare le riprese della serie tv "The Raftmakers". Anche nei posti che a molti sembrano incontaminati, c'è l'uomo e c'è il degrado. Bottiglie di plastica e spazzatura: Igor D'India attraversa i fiumi Piave e Sile con mezzi di fortuna, alla maniera dei pionieri di un tempo, per mostrare gli effetti del climate change.

Il palermitano, nella settimana dal 13 al 19 marzo affronterà il Piave, a sud di Belluno, accompagnato rispettivamente dagli amici Simone Sciuttieri (Guinness dei primati per il viaggio più lungo su uno scooter 50cc) e Francesco Russo, alpinista. Igor D'India, classe 1984 si è fatto notare per l'impresa della spedizione in solitaria lungo il fiume Yukon sulle orme dell'esploratore Walter Bonatti dal quale realizza "The Yukon Blues" (2014), trasmesso su Deejay Tv e distribuito in DVD con La Gazzetta dello Sport.

Dopo quell'esperienza ha deciso di vedere di persona cosa è rimasto oggi dell'antico rapporto uomo-fiume percorrendo i fiumi del mondo. Per "The Raftmakers "è già stato in Belize (Centro America), a Cuba e in Laos, ma ora un'attenzione particolare viene data alla sua terra, l'Italia.

"The Raftmakers" è una serie televisiva di 6 episodi da 26 minuti prodotta da Igor D'India e dalla casa di produzione indipendente POPCult che fin dalle sue origini ha saputo distinguersi per la realizzazione di contenuti d'autore con budget limitati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento