Cronaca

"Fisco, ecco come i lavoratori autonomi potranno trattenere ritenuta d’acconto per le somme prese dal 17 al 31 marzo"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

I lavoratori autonomi, gli agenti di commercio e i rappresentanti potranno non subire la ritenuta d’acconto operata dal sostituto d’imposta sulle somme percepite dal giorno 17 marzo al giorno 31 marzo 2020. Lo comunica il Caf Cisl Sicilia chiarendo le condizioni per potere usufruire dell’agevolazione prevista dal Decreto Cura Italia. I lavoratori, infatti, per godere di tale opportunità non dovranno avere avuto compensi/ricavi superiori a 400.000 euro nel 2019 e non avere sostenuto spese per lavoro dipendente o assimilato nel mese di febbraio 2020. Ogni soggetto interessato dovrà fornire un’apposita dichiarazione al committente. Le ritenute sospese dovranno poi essere versate dallo stesso lavoratore autonomo entro il giorno 1 giugno, in unica soluzione o in un massimo di 5 rate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Fisco, ecco come i lavoratori autonomi potranno trattenere ritenuta d’acconto per le somme prese dal 17 al 31 marzo"

PalermoToday è in caricamento