Fiorello al direttore generale della Rai: "Ti chiami Orfeo, come il cinema porno di Palermo"

Lo showman siciliano, scherzando con il dg della tv di Stato, ha citato il cinema palermitano che visse negli anni Settanta il suo periodo dorato: "Lì si andava da ragazzini per imparare cose..."

Qualcuno le ha chiamate prove tecniche di Rai. Fiorello scherza con il dg Rai Mario Orfeo, seduto in prima fila, a Roma durante uno show di solidarietà per l'Ospedale Fatebenefratelli, e cita un'"istituzione" palermitana, ovvero il cinema Orfeo, luogo di perdizione per qualcuno o di emancipazione, che visse negli anni Settanta il suo periodo d'oro.

Dopo avere annunciato di voler chiudere l'Edicola su Sky e di essere pronto per il ritorno al varietà, il Rosario nazionale si avvicina alla Rai. "Ti piacerebbe avere uno così su Rai1, eh? ha detto Fiorello a Orfeo -. Guarda come ballo il tip tap: solo con questo facciamo il 28% di share" e poi "in Rai so che si guadagna bene...". Poi, la battuta al direttore generale della Rai Orfeo: "Hai lo stesso nome del cinema porno di Palermo dove si andava da ragazzini per imparare cose", ha detto ridendo Fiorello. Lo showman siciliano potrebbe concedersi un'incursione al prossimo Festival di Sanremo. Per il momento ha annunciato solo l'intenzione di occupare una seconda serata con un varietà e di volerlo intitolare 'L'Ora del Rosario' come il suo ultimo tour teatrale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • Incidente a Corleone, auto sbanda e finisce contro un albero: morto diciannovenne

  • Incidente mortale in viale Croce Rossa, automobilista travolge e uccide una donna

  • Conti in banca, auto di lusso e un ristorante: sequestrati beni a un 37enne di Partinico

  • Tutti pazzi per il "black friday", ecco i negozi a Palermo dove trovare sconti e fare affari

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

Torna su
PalermoToday è in caricamento