Commerciante prova a fare l'attore porno ma viene truffato

E' l'incredibile vicenda che ha visto come protagonista un commerciante di Termini Imerese di 30 anni. I contatti con il finto emissario di Rocco Siffredi, il sogno di fare un provino, il viaggio a Budapest e infine la grande beffa

Rocco Siffredi

Vuole diventare attore porno ma viene truffato. E' l'incredibile vicenda che ha visto come protagonista un commerciante di Termini
Imerese di 30 anni. L'idolo del negoziante? Rocco Siffredi. Un chiodo fisso: incontrarlo sul set per far parte delle sue pellicole a luci rosse. E quando il sogno sembrava materializzarsi è arrivata beffa. Il commerciante siciliano infatti ha cercato un contatto con l’accademia di Rocco Siffredi, che ha sede in Ungheria. L’intermediario trovato sul web però era un truffatore che gli ha spillato solo 500 euro e poi è sparito nel nulla. La vittima si è presentata ai carabinieri e ha presentato la denuncia.

Ecco i fatti: il trentenne si è messo alla ricerca del suo idolo via internet. Dopo aver trovato foto, filmini, immagini a luci rosse, è riuscito anche a "pescare" un indirizzo di posta elettronica per mettersi in contatto direttamente con l'accademia di Rocco Siffredi. A questo punto inizia a dialogare con un contatto che si spaccia come emissario del pornodivo italiano. Comincia un fitto scambio di e-mail, telefonate e messaggi. Poi il finto emissario informa il trentenne termitano che per partecipare al casting deve versare un acconto di 500 euro tramite bonifico bancario.

L'uomo invia le coordinate bancarie e la vittima esce subito di casa per andare a fare il bonifico. Il trentenne - convinto di avere svoltato - prende l'aereo e parte per l'Ungheria. Ad attenderlo - secondo i suoi piani - c'è il provino a Budapest. Nella valigia inserisce un paio di manette, una mascherina di colore nero, un frustino in pelle e il migliore abbigliamento intimo che ha nell'armadio. In Ungheria però non succede nulla perché il finto intermediario non risponde ai messaggi e si nega alla telefonate. Una decina di giorni dopo scatta la denuncia. Adesso il truffatore è ricercato dai carabinieri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Musumeci: "Mascherine obbligatorie anche all'esterno senza la distanza di un metro"

  • Capo in lutto per la morte di Irene, giovane mamma: "Non ti dimenticheremo mai"

  • Il Covid e la paura di un nuovo lockdown, Miccichè: "Sarebbe morte Sicilia"

  • Incidente in viale Lazio, con la Vespa si scontra con un’auto: morto 15enne

  • In Sicilia nuova ordinanza anti Covid: ingressi limitati nei locali, più controlli e stretta sui migranti

  • Coronavirus, in Sicilia accertati altri 29 nuovi positivi: tre a Palermo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento