Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Finto carabiniere rubava nelle case Arrestato un giovane rapinatore

Si fingeva un militare presentandosi nelle abitazioni per eseguire false perquisizioni, invece frugava nelle stanze portando via gioielli e denaro. E' accusato di almeno quattro colpi: circa 70 mila euro il bottino

G.G.L.C. di 31 anni

Si fingeva carabiniere e si presentava nelle abitazioni private per eseguire una “perquisizione”, invece frugava nelle stanze delle ignare vittime portando via gioielli e denaro. Adesso il finto militare è stato arrestato dai “veri” carabinieri della stazione Olivuzza e Partanna Mondello che hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip su richiesta del pm. In carcere è finito G.G.L.C. di 31 anni. Il giovane è accusato di aver compiuto quattro rapine ai danni di privati cittadini in un arco temporale compreso tra il 21 giugno e il 7 luglio scorsi in vari quartieri della città.

La tecnica utilizzata era quella di qualificarsi quale appartenente all'Arma dei carabinieri e simulando di dovere notificare degli atti giudiziari con la necessità di eseguire perquisizioni domiciliari per la ricerca di stupefacenti, si introduceva all'interno delle abitazioni per poi frugare nelle stanze asportando denaro e gioielli. Le indagini dei carabinieri hanno consentito di giungere all'identificazione del giovane, attraverso le descrizioni delle vittime i riconoscimenti dalle foto segnaletiche in possesso dei comandi dell'Arma. Sono almeno quattro, stante alla ricostruzione dei Carabinieri, i colpi messi a segno; nelle quali, il giovane si è impossessato di denaro e gioielli per un valore di circa 70.000 euro. Scelte verosimilmente da ricondurre alla sicura disponibilità economica delle vittime.

Dalla prima abitazione in Fondo Marino - prossima al quartiere Oreto, aveva portato via la somma in contanti di circa 30 mila euro, dalla seconda in via Ludovico Bianchini, Pallavicino erano stati rubati diversi oggetti in oro, dalla terza in via Orazio Antinori (Zisa) ancora monili in oro . Nel corso della perquisizione domiciliare nella casa dell'arrestato è stata inoltre rinvenuta, ben nascosta sotto a un letto, 1,5 kg di hashish oltre a 2 ricetrasmittenti probabilmente funzionali agli atti criminali. L'arrestato è stato portato all’Ucciardone a disposizione dell'Autorità Giudiziaria che ha emesso il provvedimento restrittivo. Sono in concorso indagini dei carabinieri per stabilire se il giovane ha effettuato altri colpi e se si è avvalso della presenza di eventuali complici.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finto carabiniere rubava nelle case Arrestato un giovane rapinatore

PalermoToday è in caricamento