Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca Brancaccio

Inclusione sociale dei giovani nelle periferie: il Mibact finanzia il progetto palermitano

L'iniziativa è stata selezionata tra le oltre cento proposte inviate da tutta Italia: si svolgerà a Brancaccio e prevede laboratori di co-creazione, produzione e auto-costruzione tra arte e design, condotti dal collettivo artistico colombiano El Puente e dalla designer Sara Ricciardi

Il direttore del Dgaap del Mibact Federica Galloni

Il progetto presentato dall'Ecomuseo Urbano Mare Memoria Viva tra i 12 vincitori di “Prendi parte! Agire e pensare creativo”, il bando della Direzione generale arte e architettura contemporanee e periferie urbane (Dgaap) del Mibact che promuove l’inclusione sociale dei giovani nelle periferie. L'iniziativa s'intitola “Ponte di mare, come ricongiungere progetto e desiderio”, si svolgerà a Brancaccio e prevede laboratori di co-creazione, produzione e auto-costruzione tra arte e design, condotti dal collettivo artistico colombiano El Puente e dalla designer Sara Ricciardi. 

E' stata selezionata tra le oltre cento proposte pervenute da tutta Italia. Il Mibact ha stanziato 600 mila euro per finanziare i 12 progetti. Oltre a quello palermitano, sono stati selezionati i progetti presentati da E-Motion Gruppo Phoenix in Abruzzo, Fondazione Trame in Calabria, Fondazione Morra e Fondazione Morra Greco in Campania, Istituzione Bologna Musei - MAMbo in Emilia Romagna, Associazione Culturale Wunderkammern in Lazio, Fondazione Wurmkos Onlus e Mare Culturale Urbano in Lombardia, Associazione Culturale Museo Ettore Fico in Piemonte, Associazione Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci in Toscana e Fondazione Museion in Trentino-Alto Adige.

“Il gran numero di candidature presentate - ha dichiarato il direttore del Dgaap Federica Galloni - dimostra la forte esigenza di ricevere un supporto concreto per l’organizzazione di attività che agiscano come strumento di valorizzazione territoriale e favoriscano l’accesso alla cultura a chi ha meno opportunità e vive nei territori periferici. Con questo progetto vogliamo investire sull’energia creativa dei giovani, affinché possano acquisire competenze professionali e vivere importanti esperienze di crescita personale” 

I progetti selezionati prevedono la realizzazione di iniziative che coinvolgeranno i giovani in svariate attività come: la gestione museale, l’organizzazione di mostre e manifestazioni, il giornalismo civico e lo sviluppo di progetti di fotografia sociale o di street art. Tutte le proposte hanno un focus specifico sulle realtà marginali e periferiche coinvolte e sono state concepite proprio a partire dalle esigenze specifiche del contesto territoriale, delle sue criticità e delle opportunità rilevate.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inclusione sociale dei giovani nelle periferie: il Mibact finanzia il progetto palermitano

PalermoToday è in caricamento