rotate-mobile
Cronaca Termini Imerese

Colpo al mercato del falso, la finanza sequestra 3.500 prodotti

Il doppio blitz che ha portato alla denuncia di due commercianti cinesi di 32 e 33 anni è scattato in provincia, a Termini Imerese e Petralia Soprana. Fra gli oggetti anche cosmetici pericolosi per la salute

Il contraffatto va sempre di moda. La compagnia di Termini Imerese e la Tenenza di Petralia Soprana delle Fiamme gialle hanno sequestrato in totale oltre 3500 oggetti fra orologi, giocattoli e capi di abbigliamento, con i loghi di famosi personaggi dei cartoni animati falsificati e pericolosi per la salute. A Termini Imerese, i finanzieri hanno sequestrato oltre 2.000 oggetti e accessori per  bambini con marche quali Hello Kitty, Toy Story, Cars. Tutti i marchi erano chiaramente contraffatti e privi delle certificazioni comunitarie sulla sicurezza e della corretta etichettatura in lingua italiana, requisiti necessari per la messa in vendita al pubblico.

Sono state anche sequestrate alcune centinaia di prodotti cosmetici, profumi, spazzole per capelli, ciglia finte, gel e rossetti, posti in vendita in confezioni prive delle indicazioni relative alla composizione. Il valore complessivo dei prodotti è di oltre 45.000 Euro. Il titolare dell’esercizio, un uomo trentaduenne di origini cinesi, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Termini Imerese per le violazioni in materia di contraffazione dei marchi e sicurezza dei prodotti.

A Petralia Soprana, i finanzieri hanno sequestrato oltre 150 giocattoli per bambini, 250 prodotti elettrici vari (caricabatterie per cellulari, luci a led, piastre per capelli, tastiere per pc, etc), e circa 150 prodotti di abbigliamento (sciarpe, cinture, jeans) con marchi contraffatti, per un valore complessivo della merce di circa 5.000 Euro. In questo caso il responsabile è un commerciante di origine cinese, classe ’79, che è stato deferito alla locale Autorità Giudiziaria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpo al mercato del falso, la finanza sequestra 3.500 prodotti

PalermoToday è in caricamento