rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Film dedicato al pm Nino Di Matteo, regista condannato per sequestro di persona

Si tratta di Mario Musotto, condannato a sei anni in primo grado dal Tribunale di Palermo. Filippo Alessi, dell’associazione ”Campo di note” e produttore della pellicola, ha deciso di sostituirlo e affidare il film a un’altra persona ancora da individuare

Il regista Mario Musotto che ha collaborato alla realizzazione del film “Trent’anni di mafia ad Agrigento”, dedicato al pm Nino Di Matteo, è stato sollevato dall'incarico. Il film sarà ultimato da un altro regista. Filippo Alessi, dell’associazione ”Campo di note”, e produttore della pellicola, infatti apprendendo “con rammarico la notizia della condanna inflitta in primo grado dal Tribunale di Palermo a Mario Musotto", ha deciso di affidare il film a un’altra persona ancora da individuare.

Nei giorni scorsi Musotto è stato condannato dal giudice monocratico a sei anni per sequestro di persona, per avere, per quasi due anni (dal 2004 al 2006), costretto una intera famiglia (quella di Vincenzo Balli, già socio di Musotto nella società – poi fallita – denominata World ticket srl) a vivere sotto un finto programma di protezione originato da fantomatiche minacce di morte. 

Come riportato da "Il fatto quotidiano", "nella vicenda entra in scena una fantomatica squadra di sedicenti carabinieri, mai identificati, che per due anni costringe Balli, sua moglie e la figlia ad una vita blindata, in casa con le tapparelle abbassate o fatta di stressanti trasferte in località segrete con auto di scorta con lampeggianti, mancate registrazioni negli alberghi, nomi di copertura, passamontagna, appostamenti di uomini senza volto sul tetto. Una protezione h24 coordinata, a dire di Musotto, dal maresciallo dei carabinieri Vincenzo Quarta, nome in codice “Orso”, che per e-mail dirige le operazioni di tutela per difendere la famiglia Balli dalle minacce mafiose che continuano ad arrivare frequenti e puntuali, anche attraverso misteriosi sms. Non solo. In quel periodo i Balli hanno la sensazione di essere intercettati in casa con microspie, visto che le conversazioni tra i due coniugi vengono commentate in diretta dagli sms senza mittente”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Film dedicato al pm Nino Di Matteo, regista condannato per sequestro di persona

PalermoToday è in caricamento