menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Costringe figliastre a prostituirsi" Arrestato un anziano ad Alia

In cella è finito B. A., 69 anni, che avrebbe anche picchiato la convivente. Con lui all'Ucciardone anche il nipote di 44 anni che lo avrebbe pagato per avere rapporti sessuali con le due donne

Avrebbe picchiato la convivente e costretto le figliastre a prostituirsi. Con l'accusa di violenza sessuale e sfruttamento della prostituzione B. A., un sessantanovenne di Alia, è stato arrestato dai carabinieri. Con lui in carcere anche il nipote B. F., 44 anni, accusato di aver pagato l'anziano per avere rapporti sessuali con una delle figliastre.

Da poche settimane il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Termini Imerese aveva allontanato B.A., dalla casa della convivente e delle figlie maggiorenni al solo scopo di tutelare la loro incolumità. Una decisa accelerazione investigativa delle ultime quarantotto ore ha però aperto le porte dell'Ucciardone a lui e al nipote. La vicenda, scoperta dai militari della stazione di Alia ha origine in un contesto di degrado sociale e culturale, e ha visto tre donne subire soprusi psicologici e fisici di ogni genere da parte degli indagati.

E' emerso che B. A. non si sarebbe limitato solo a picchiare la convivente, derubandola anche del misero sostegno economico fornitole dall’assistenza sociale ma, dopo aver abusato anche alla luce del giorno, di una delle figliastre con problemi mentali, aveva plagiato a tal punto sia lei che la sorella, figlie della sua convivente fino ad indurle a prostituirsi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento