Sabato, 20 Luglio 2024
Cronaca

La Fiera del Mediterraneo è senza agibilità: salta la prima campionaria della discordia

Per la prima volta nella storia, dopo che il Comune ha concesso lo spazio a due società diverse, ci sarebbero stati due eventi. Ma dopo l'ispezione dei vigili del fuoco che riscontra delle irregolarità del polo fieristico che ha ospitato anche l'hub vaccinale, Mediexpo annulla il suo appuntamento

Il countdown era già iniziato. Per la prima volta nella storia di Palermo ci sarebbero state due Fiere campionarie del Mediterraneo. Ma a pochi giorni dall'inizio della prima, dopo una guerra per il marchio e uno scontro tra ex soci, salta tutto. Come già anticipato da PalermoToday, infatti, alcuni spazi della struttura fieristica sono senza agibilità, sebbene per anni abbiano ospitato l'hub vaccinale. E gli organizzatori del primo evento, che sarebbe dovuto partire sabato prossimo, il 22 aprile per terminare il 7 maggio, annullano tutto. 

La società di Massimiliano Mazzara, amministratore unico di Mediexpo ma anche di Medifiere (che dopo lo scioglimento dell'Ente Fiera ha organizzato storicamente l'appuntamento) e titolare degli storici loghi, si tira indietro. "Mediexpo comunica - spiegano dalla società - che per cause non dipendenti dalla propria volontà, ma per la sopravvenuta inagibilità del polo fieristico, la 69esima Fiera campionaria del Mediterraneo è stata annullata".

Fiera campionaria del Mediterraneo annuncia che l'evento è stato annullato

Tutto tace (e anzi la campagna di comunicazione dell'evento continua) invece dal fronte dell'ex socio che con la CL20 dovrebbe organizzare nelle date storiche (dunque dal 27 maggio all'11 giugno) la Fiera campionaria di Palermo. L'evento, organizzato appena 20 giorni dopo il primo, avrebbe fatto uso di un nome diverso: non "del Mediterraneo" ma "di Palermo", appunto, per non confondere né gli espositori pressoché identici né i partecipanti. 

Alcuni padiglioni della struttura di via Sadat, come certificato dai vigili del fuoco in un documento recapitato nelle scorse settimane alla scrivania del sindaco Roberto Lagalla, non sono in regola. L'assenza di agibilità del polo fieristico dovrebbe mettere un punto definitivo alla disputa tra i due ex soci, risolvendo finalmente il caso che avrebbe visto per la prima volta nella storia una Fiera del Mediterraneo per due. 

La presentazione di due istanze per due manifestazioni identiche si è trasformata, tra le altre cose, anche in un caso politico che ha spaccato la maggioranza: qualche settimana fa Giuseppe Milazzo di Fdi, durante una seduta del Consiglio, ha puntato il dito contro l'operato dell'assessorato alle Attività produttive retto da Giuliano Forzinetti che, a suo dire, non avrebbe dovuto dare le concessioni a Mediexpo e a CL20, due imprese concorrenti che speravano di fare due iniziative analoghe. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Fiera del Mediterraneo è senza agibilità: salta la prima campionaria della discordia
PalermoToday è in caricamento