Cronaca Tribunali-Castellammare / Piazza Marina

L'albero più grande d'Europa può invecchiare serenamente: finiti i lavori in piazza Marina

Si sono conclusi gli interventi di sistemazione dell'area antistante al Ficus macrophylla: realizzata una passerella e le aperture nel basolato che permetteranno alle radici aeree di crescere regolarmente, fornendo così sostegno ai rami orizzontali. Orlando: "Fa parte della storia di Palermo"

Il ficus di piazza Marina

Si sono conclusi i lavori di sistemazione dell'area di piazza Marina antistante al Ficus macrophylla, il maestoso albero bicentenario inserito nell'elenco degli Alberi monumentali italiani. Ottenuti tutti i permessi necessari, l’intervento delle maestranze del Coime e del settore Verde ha permesso la realizzazione di una passerella e di alcuni cercini, aperture nel basolato che permetteranno alle radici aeree di crescere regolarmente, fornendo così sostegno ai rami orizzontali.

I lavori sono stati eseguiti in raccordo con il Corpo Forestale della Regione e con la Sovrintendenza, cui sarà sottoposto il piano di manutenzione periodica. Il Ficus macrophylla di piazza Marina - con una altezza di più di trenta metri ed una circonferenza che supera i venti - è l'albero più grande d'Europa. Nel 1863 l'architetto Filippo Basile progettò e costruì sul piano di piazza Marina il Giardino Garibaldi, tipico esempio di giardino all'Inglese.

Per il sindaco Leoluca Orlando e per l'assessore al Decoro Fabio Giambrone, i cui uffici hanno seguito l'esecuzione dei lavori, "questo piccolo ma significativo intervento restituisce alla piena fruizione questa porzione della piazza che era stata chiusa per motivi di sicurezza, ma soprattutto mostra che si possono, anzi a volte si devono, programmare e realizzare degli interventi che partono dalla necessità dei nostri monumenti, in questo caso di un albero monumentale, che sono parte fondamentale della nostra storia, della nostra cultura, del nostro patrimonio".  

Per Giuseppe Barbera, professore ordinario di Culture Arboree dell’Università, che ha seguito i lavori, "ad un albero eccezionale, attenzioni eccezionali. Un intervento che accompagna la prodigiosa crescita dell'albero, dà maggiore sicurezza ai passanti e rende possibile l'ancoraggio delle radici aeree su porzioni di marciapiede liberate da alcune basole verso le quali sarà indirizzata la loro crescita. Con la passerella provvisoria e con il previsto impianto di illuminazione, il ficus può finalmente mostrare appieno il suo valore di albero monumentale noto in tutto il mondo. L'università di Palermo, gli arboricoltori e i paesaggisti che hanno donato il progetto, mantengono il loro impegno per la piena valorizzazione del verde storico cittadino".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'albero più grande d'Europa può invecchiare serenamente: finiti i lavori in piazza Marina

PalermoToday è in caricamento