Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Sulle tracce di Bagarella e Brusca: Montanari pm antimafia nella fiction "Il cacciatore"

L'ex Libanese di Romanzo criminale è il pm Saverio Barone: da mercoledì 14 marzo, in prima serata su Rai 2, la fiction liberamente ispirata alla storia del magistrato Alfonso Sabella

Francesco Montanari

Su Rai 2 una nuova fiction sulla lotta tra Stato e mafia siciliana, che nei primi anni '90 ha scritto una delle pagine più cruente della storia italiana. L'arresto di boss come Leoluca Bagarella, Giovanni Brusca, Vito Vitale, Pietro Aglieri e tanti altri; le bombe di Firenze, Bologna e Milano, le stragi di Capaci e Via D'Amelio, il rapimento del piccolo Giuseppe, 12 anni, figlio del pentito Santino Di Matteo, che segna un punto di non ritorno nella storia della mafia che fino a quel momento aveva rispettato il sacro vincolo di non toccare i bambini. 

Da mercoledì 14 marzo, in prima serata, "Il Cacciatore", con Francesco Montanari nei panni del PM Saverio Barone. La fiction, diretta da Stefano Lodovichi e Davide Marengo, è liberamente ispirata alla vera storia del magistrato Alfonso Sabella. Sei serate, i primi due episodi saranno visibili in anteprima online su RaiPlay da domenica 11 marzo.

"Il Cacciatore" - La trama

Quell'istinto innato da cacciatore si era già palesato durante la gioventù, quando armato di fucile amava addentrarsi nei boschi a caccia di prede. Saverio Barone adesso è adulto e quel suo raffinato fiuto tra tecnica e istinto ora lo utilizza proficuamente nella sua professione: quella di PM. E' l'ultimo elemento ad essere entrato a far parte del pool antimafia, un gruppo di uomini dello Stato votati alla legge che, a rischio della propria incolumità, hanno fatto della lotta alla mafia e alla criminalità organizzata una ragione di vita e che per molti, troppi, ha significato trovare la morte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sulle tracce di Bagarella e Brusca: Montanari pm antimafia nella fiction "Il cacciatore"

PalermoToday è in caricamento