Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Termini Imerese, operai Fiat al Ministero: via ad altri 6 mesi di cassa integrazione

E’ stata questa la promessa ottenuta dai mille e duecento operai dopo l'incontro di ieri al Ministero dello Sviluppo. Il prossimo incontro è fissato per il 14 febbraio: si dovrà decidere su nuovi esodi ed eventuali progetti di industrializzazione

Stabilimento Fiat di Termini Imerese

Altri sei mesi di stipendi in cassa integrazione in deroga. Questa la promessa per i mille e duecento cassintegrati della Fiat di Termini Imerese ottenuta dopo l'incontro di ieri al Ministero dello Sviluppo. Gli operai da giorni si erano impegnati in forme di proteste diverse fra cui quella di ieri, l'occupazione del parlamentino del Mise, la sala ministeriale dove si svolgono gli incontri istituzionali.

Solo ieri è arrivato l'ok mentre si attende di mettere in atto nuovi progetti di industrializzazione. Il governo pensa anche di ricorrere a nuovi esodi per un centinaio di operai che hanno maturato i requisiti per lo scivolo pensionistico. Al vaglio anche la possibilità di far ritirare alla Lear, azienda dell'indotto, i cento licenziamenti decisi nelle scorse settimane. La società, secondo il governo, sarebbe disposta a farlo a patto che venga confermata la proroga della cassa integrazione in deroga anche per loro. Solo il 14 febbraio, quando è previsto il nuovo incontro a Roma, si saprà se le misure messe in campo dal ministero andranno a buon fine.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Termini Imerese, operai Fiat al Ministero: via ad altri 6 mesi di cassa integrazione

PalermoToday è in caricamento