Cronaca Montepellegrino / Via Mariano D'Amelio

Borsellino, Giovane Italia accusa: “Insulti durante la fiaccolata”

Parla Mauro La Mantia, Presidente regionale del movimento di destra: “Siamo stati praticamente cacciati via dal popolo delle Agende Rosse”

"Al nostro arrivo in via D'Amelio, al termine della fiaccolata siamo stati insultati e quasi aggrediti dal Movimento delle Agende Rosse. Siamo stati cacciati via, non era mai successo in questi anni". E' quanto denuncia Mauro La Mantia, Presidente regionale di Giovane Italia in Sicilia, tra gli organizzatori della fiaccolata in memoria di Paolo Borsellino a cui ieri hanno partecipato tra gli altri Angelino Alfano e Gianni Alemanno. Il movimento ha indetto per questo pomeriggio alle ore 17 in Via D’Amelio una conferenza stampa "per denunciare quanto successo". "La violenza verbale e la prepotenza mostrata dal Movimento delle Agende Rosse rappresenta una ferita indelebile per Palermo e l’oltraggio alla memoria di Paolo Borsellino nel ventesimo anniversario del suo assassinio", dice ancora La Mantia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borsellino, Giovane Italia accusa: “Insulti durante la fiaccolata”

PalermoToday è in caricamento