Fiaccolata per Borsellino: CasaPound sfila con uno striscione che omaggia il Prefetto Mori

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Se la mafia fa paura, lo Stato deve farne di più!" è il testo dello striscione ispirato ad una frase di Cesare Mori, conosciuto come il Prefetto di ferro, con cui i militanti di CasaPound Italia hanno sfilato ieri durante la fiaccolata in ricordo di Paolo Borsellino.

"Quest'anno - spiega CasaPound Italia - abbiamo deciso di omaggiare insieme a Paolo Borsellino anche la figura di Cesare Mori. Negli anni 20, su mandato di Mussolini, il Prefetto di ferro riuscì infatti a scompaginare le righe della mafia in pochissimi anni arrestando e conducendo all'esilio tantissimi mafiosi. Per osservare il ritorno del fenomeno in tutta la sua vastità, si è dovuto attendere l'occupazione americana che si servì largamente dell'aiuto della mafia per lo sbarco e la conquista dell'isola. Fu lo stesso Giovanni Falcone, amico prima ancora che collega di Borsellino, a spiegare, infatti, che 'l'unico tentativo serio di lotta alla mafia fu proprio quello del prefetto Mori, durante il Fascismo, mentre dopo, lo Stato ha sminuito, sottovalutato o semplicemente colluso'."

"Il nostro intento non era quello di criticare quegli uomini dello Stato che ancora oggi svolgono in modo eccellente il loro lavoro di contrasto a questa piaga.Ma certo - conclude CPI - se dopo 24 anni dal sacrificio dei giudici Falcone e Borsellino la mafia, la 'ndrangheta e la camorra costituiscono ancora un'importante fetta del prodotto interno lordo italiano vuol dire che qualcuno dagli scranni più alti sta continuando a tradire la sua nazione".

Torna su
PalermoToday è in caricamento