Cronaca

Festino 2016, presentate sei proposte artistiche per l'organizzazione

L'amministrazione ha scelto la forma della "procedura aperta". Il criterio di selezione utilizzato sarà, cioè, quello dell'offerta economicamente più vantaggiosa

Sono sei le offerte artistiche inviate all’area Cultura del Comune per l’organizzazione del 392^ Festino di Santa Rosalia, dedicato alla figura di Giuseppe Pitrè, di cui quest'anno ricorre il centenario della morte. Il bando di gara, il cui termine scadeva oggi alle 12, era stato pubblicato all’Albo Pretorio e online sul sito istituzionale lo scorso 19 aprile.
 
Per questa edizione, l’amministrazione ha scelto la forma della "procedura aperta". Il criterio di selezione utilizzato sarà, cioè, quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa, al contrario di quanto accaduto negli anni scorsi, quando le procedure sono state negoziate. L'importo a base d'asta del Festino 2016 è di 254.508,00 euro oltre iva.

"Nel bando - si legge in una nota - è espressamente indicata la previsione dell’articolo 57 che prevede la ripetizione di servizi analoghi, fissando un importo globale presunto di 509.016 mila euro più Iva. Questo consentirà, qualora la capacità finanziaria dell’amministrazione sia disponibile e, ovviamente, nel caso in cui la realizzazione del Festino 2016 sia stata effettuata a regola d’arte, nel rispetto del capitolato d’oneri, del contratto e senza alcun rilievo negativo, di ricorrere alla procedura negoziata senza bando, affidando l’edizione dell’anno 2017, all’operatore economico già affidatario del contratto iniziale".
 
Il bando individuava anche i requisiti di ammissione alla gara. Oltre a quelli di capacità tecnico-professionale, sono stati previsti quelli di capacità economico-finanziaria, finora mai contemplati, ma che costituiscono elemento di garanzia e affidabilità per l’amministrazione degli enti partecipanti alla procedura. Il bando, inoltre, è supportato da due elementi: una scheda tecnica, redatta sui principi che il settore Cultura ritiene fondamentale per la manifestazione e che, con le finalità, obiettivi e azioni, ne caratterizza l’ambito, l’approfondimento dell’idea progettuale. E il formulario che, in caso di mancato utilizzo, non costituisce motivo di esclusione dalla gara, ma è d’ausilio sia per gli enti partecipanti nella stesura del progetto artistico, sia per la Commissione esaminatrice nel lavoro di valutazione. Infatti, detto strumento è strettamente correlato con i criteri e sub criteri di valutazione richiamati nell'avviso pubblico.
 
L’11 maggio verrà nominata la commissione aggiudicatrice.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festino 2016, presentate sei proposte artistiche per l'organizzazione

PalermoToday è in caricamento