Cronaca Tribunali-Castellammare / Foro Italico Umberto I, 1

Tutto pronto per il Festino: ecco le strade chiuse e i divieti

In alcune arterie scatteranno già dalle 17 di questo pomeriggio. Oltre mille gli uomini dislocati per garantire la sicurezza, ma è polemica per le dimissioni dell'esperto per la protezione civile. Turni straordinari per la pulizia delle strade

Ultimi preparativi prima dei festeggiamenti per il 389° Festino di Santa Rosalia.  La macchina organizzativa sta mettendo a punto gli ultimi dettagli per quanto riguarda sicurezza, viabilità e pulizia delle strade.  

IL TEMA DI QUEST'ANNO: IL FUTURO.

STRADE CHIUSE. I primi divieti alla circolazione scatteranno già dalle 17 di questo pomeriggio. Fino a mezzanotte saranno chiuse al traffico corso Vittorio Emanuele (da via Bonello a Porta Felice), via Maqueda, via Roma, (tra piazza Giulio Cesare e via Cavour), via del Bastione (tra via Generale Cadorna e piazza della Vittoria) e Corso Calatafimi (tra corso Alberto Amedeo e Porta Nuova). Divieto di transito e di sosta dalle 19 alle 24 in piazza Monte di Pietà.

Domenica 14. Primi divieti a partire dalle 5 del mattino: corso Vittorio Emanuele tra via Bonello e via Simone da Bologna resterà chiuso dalle 5 alle 18. Il tratto tra via Bonello e il Foro Italico chiuderà dalle 17 a mezzanotte. Dalle 17 alle 24 chiuderanno via Maqueda, via Roma, Foro Umberto I (tra piazza Tumminello e via Cala), via Lincoln (tra corso dei Mille e Foro Umberto Primo), via del Bastione (tra via Generale Cadorna e piazza della Vittoria), Corso Calatafimi (tra corso Alberto Amedeo e Porta Nuova). Divieti di sosta al Foro Umberto I dalle 8 alle 24.

Lunedì 15. Saranno chiuse dalle 17 a mezzanotte le seguenti strade: corso Vittorio Emanuele (da Porta Nuova a piazza Marina, all'altezza di piazzetta della Dogana), via Maqueda, via Roma, via del Bastione (tra via Generale Cadorna e piazza della Vittoria), Corso Calatafimi (tra corso Alberto Amedeo e Porta Nuova), via Porto Salvo, Piazza Marina (tra corso Vittorio Emanuele e via Porto Salvo), via S. Agata alla Guilla (tra piazza S. Isidoroalla Guilla e Piazza Sett'Angeli), via dell'Incoronazione (tra piazza Sett'Angeli e via Bonello), Piazza Sett'Angeli (tra via S. Agata alla Guilla, via dell'Incoronazione, via delle Scuole e via Simone da Bologna) e Via Simone da Bologna (da piazza Sett'Angeli a corso Vittorio Emanuele). Dal 14 al 16 luglio divieto di sosta in piazza Marina, per consentire le operazioni di montaggio e smontaggio del palco.

LE CELEBRAZIONI RELIGIOSE.

SICUREZZA. Saranno oltre mille gli uomini dislocati in città per garantire la sicurezza della manifestazione ed il regolare traffico durante le stesse. Per quanto concerne la Polizia Municipale, nei tre giorni da sabato a lunedì, il 50% di tutto il personale presterà il proprio servizio, con una copertura di turni h24. "Ancora una volta - afferma il comandante Vincenzo Messina - grazie al lavoro di coordinamento svolto dalla Prefettura, ci apprestiamo ad affrontare un evento importante per la città, con una grande collaborazione e sinergia fra tutte le forze di polizia. L'intervento sarà finalizzato sia a garantire il corretto svolgimento di tutte le manifestazioni legale al Festino sia a garantire che il traffico nelle aree limitrofe sia controllato. Il sindaco Leoluca Orlando ha voluto augurare "buon lavoro a tutti gli uomini e le donne che saranno impegnate per la sicurezza dei cittadini nei giorni del Festino, ringraziando il Prefetto e i responsabili delle diverse Forze per il prezioso lavoro di coordinamento che stanno svolgendo".

POLEMICA. Tuttavia sul fronte sicurezza ci sono da registrare le dimissioni presentate ieri dall'ingegner Filippo Russo, l’esperto per la protezione civile chiamato lo scorso dicembre dal sindaco per collaborare con Palazzo delle Aquile. All'origine ci sarebbero alcune decisioni in merito al corridioio di sicurezza transennato per il passaggio di mezzi di soccorso e polizia. Che, secondo l'esperto, sarebbe stato collocato in una posizione inadeguata. “Orlando mi ha deluso – ha detto Russo - si è fatto trarre in inganno da quanto hanno riferito i suoi assessori che hanno il solo obiettivo di fare uno spettacolo, mentre per me è più importante pensare all’incolumità delle persone”. Da Palazzo delle Aquile hanno replicato con una nota secca: “Il Comune conferma che per quanto riguarda gli aspetti legati alla sicurezza del Festino, intende attenersi, come è sempre stato, a quanto disposto dalla Prefettura, non solo perché Organo competente ma perché è il luogo in cui il coordinamento di tutte le manifestazioni è sempre stato realizzato con ottimi risultati". Con tanto di presa d'atto delle dimissioni presentate dall'ingegner Russo.

PULIZIA STRAORDINARIA E TURNI DI RACCOLTA. In occasione del Festino l'Amia garantirà i servizi straordinari di pulizia nelle aree interessate dalle manifestazioni (Cassaro - Foro Italico). Già da giovedì sera, le squadre afferenti al settore sanificazione hanno provveduto ad una capillare disinfestazione. Venerdì mattina, in turno antimeridiano, è stata effettuata, invece, la derattizzazione. Il turno di raccolta in tutto il centro storico di Palermo che solitamente avviene la notte, per il 14 luglio, sarà anticipato nel pomeriggio, a partire dalle 13.30 in poi, dedicando al servizio 11 autisti e 34 operai, allo scopo di non interferire con gli spettacoli previsti lungo il Foro Italico. L'Amia, inoltre, ha anche provveduto dopo un monitoraggio di tutto il centro storico, ad avviare le attività di prelievo di tutti gli ingombranti abbandonati nell’area interessata al Festino. Anche Amiaessemme già da qualche giorno oltre allo spazzamento manuale e lo svuotamento dei cestini gettacarte sta intervenendo, qualora necessario, al diserbo.

Al termine dei festeggiamenti le squadre di Amia e di Amiaessemme opereranno già dalle prime ore del mattino (previsti i primi interventi alle ore 4 circa) alla rapida rimozione dei rifiuti, per lo svuotamento dei cestini e la pulizia delle strade. A tal fine con l’ausilio di spazzatrici, motocarri, camion e pale meccaniche, in campo oltre 80 operatori ecologici, con due minicompattatori, 10 autocarri a vasca, una pala meccanica e 30 apecar. Amia spa renderà disponibili due autocompatatori di grande volumetria, un autocarro con cassone scarrabile e due pale gommate, una innaffiatrice per il lavaggio strade. A seguire le strade garantite dal piano straordinario: Via Garibaldi, Piazza S.Anna, Via dei Vespri, Piazza Borsa, Piazzetta Due Palme, Piazza Colonna, Piazza Kalsa, Piazza Magione, Via Castrofilippo, Piazza Giulio Cesare, Via Lincoln, Piazza Mangione, Via Spasimo, Via Butera, via Torremuzza, Via Ponte di Mare, Foro Umberto I, Piazza XIII Vittime, Via Francesco Crispi, Via Cala, Piazza Marina, Corso Vittorio Emanuele Dx e Sx da Porta Nuova a Foro Italico, Via Alloro, Via Lungarini, Via Lanza, Via Paternostro, piazzetta San Cosmo, via Monte di Pietà, via Panneria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutto pronto per il Festino: ecco le strade chiuse e i divieti

PalermoToday è in caricamento