Cronaca Piazza Verdi

"Libertà sotto attacco": corteo dal Giardino Inglese al Massimo il 25 aprile

Una giornata di festa ma anche di lotta contro quanti lavorano alla regressione e alla riduzione dello spazio democratico. Il programma completo degli eventi organizzati dalla Cgil Palermo, assieme all'Anpi e all'Arci per la Liberazione

La deposizione delle corone di fiori al Giardino Inglese - Foto d'archivio

Un corteo dal Giardino Inglese al Teatro Massimo. La manifestazione, in programma il 25 aprile a partire dalle 10, è organizzata dalla Cgil Palermo, assieme all'Anpi e all'Arci, per celebrare la festa della Liberazione. “Assieme a tante associazioni – dichiara il segretario generale Enzo Campo - abbiamo condiviso l'importanza della festa in un momento in cui i valori di libertà, giustizia, solidarietà, uguaglianza e pace, vengono messi in discussione in Italia come in Europa da forze antidemocratiche e sovraniste”. 

Una giornata dunque anche di lotta. "Noi ci mobilitiamo - scrivono Cgil Palermo, Anpi Palermo “Comandante Barbato” e  Arci Palermo in un documento comune - non solo per fare memoria e testimonianza, ma per continuare la battaglia culturale e sociale insita nel messaggio della Resistenza e della Liberazione contro quanti lavorano alla regressione e riduzione dello spazio democratico, per affermare l'impegno per i principi di libertà, giustizia sociale e solidarietà e il riconoscimento dell’antifascismo e della democrazia come valori comuni e doveri sociali. Chiamiamo tutte e tutti, giovani e anziani, donne e uomini, cittadine e cittadini di oggi e di domani, tutte le forze che si riconoscono nei valori dell’antifascismo, a scendere in piazza ed essere partigiani e partigiane”.

Il programma 

Ore 9 -  deposizione delle corone di fiori per i martiri di Cefalonia al Giardino Inglese
Ore 10 - partenza del corteo che percorrerà le via Libertà e Ruggero Settino per arrivare alle 12 davanti alla scalinata del Teatro Massimo. 
Ore 17.30 - presso la sede di  Arci Porco Rosso, a Casa Professa, presentazione del libro “I siciliani nella Resistenza”, edizioni Sellerio.  Intervengono: Luciana Sgrena, giornalista, Enzo Campo, segretario generale Cgil  Palermo, Carlo Verri,  co-curatore del libro. Coordina Mario Azzolini.

La Cgil scende in piazza anche a Bagheria

L'appuntamento è a piazza Messina-Butifar, dalle 10 alle 13. La manifestazione è organizzata dal comitato di cittadinanza solidale Barca, nato dopo l’aggressione a un giovane nigeriano, Fredrick Omonzokpia, avvenuta a fine agosto a Bagheria. Del comitato Barca fanno parte, oltre alla Cgil Bagheria, diverse sigle tra cui il circolo Arci Bocs di Bagheria,  l'Anpi Palermo, il centro Pio La Torre, la Cisl e la gioventù francescana.  “Ricordare questa data – dicono gli organizzatori - è ricordare tutto ciò che fa di noi un Paese e che purtroppo viene troppo spesso dato per scontato: lavoro, diritti, libertà, cultura solidarietà, accoglienza e l’importanza, da sottolineare, dei valori etici e morali".

“La Camera del Lavoro di Bagheria - dichiara la responsabile Adele Cinà - sarà in piazza – assieme a tutti coloro che vogliono  festeggiare la Liberazione dal fascismo e a chi sta dalla parte della Costituzione e dei sui valori. I nostri temi saranno quelli del lavoro e dei diritti, che la crisi economica ha messo in discussione. E manifesteremo distanza e condanna invece per tutte quelle pratiche politiche che cercano di sminuire il patrimonio di valori  che la Resistenza ci ha lasciato e  per chi soffia sul fuoco del sovranismo e del razzismo. Il nostro orizzonte – aggiunge Adele Cinà - è anche sovranazionale e nell'imminenza delle elezioni europee auspichiamo un Parlamento che guardi a una Europa sociale, dei diritti, contro il dumping sociale e la concorrenza sui salari. Manifestare a Bagheria serve anche a fare memoria perché questo territorio ha avuto il suo partigiano, Gianni Mineo, che salvò da una strage nella Chiassa di Arezzo 209 civili.  Ai suoi familiari il 24 aprile a Roma verrà consegnata la medaglia al valor militare”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Libertà sotto attacco": corteo dal Giardino Inglese al Massimo il 25 aprile

PalermoToday è in caricamento