Tre strade intitolate a donne vittime della tratta: "blitz" femminista per l'8 marzo

Iniziativa dei gruppi Fare Ala, Crvena e H che spiegano: "Mettiamo in discussione le figure della toponomastica, che di fatto rispecchia una ben precisa versione della storia e lascia ai margini le minoranze"

Nella notte via Indro Montanelli, ad Altarello, è stata trasformata in via Destà e altre due aree sono state ribattezzate col nome donne vittime della tratta. È l'ultima azione di “guerriglia odonomastica” dei gruppi Fare Ala, Crvena e H che, in vista della Festa della donna, hanno agito in più punti della città. "La guerriglia odonomastica incontra la lotta femminista e sostituisce il nome del celebre giornalista con quello della schiava bambina da lui acquistata nel 1936 - si legge in una nota del collettivo - ll nostro intento è di stimolare una riflessione sulla violenza e sul razzismo in un paese che ancora fatica a confrontarsi con l'eredità di un passato coloniale e patriarcale”. Nella nota si spiega che "re-intitolare via Indro Montanelli a Destà è un gesto che vuole mettere in discussione le figure, quasi esclusivamente maschili, celebrate nella toponomastica, che di fatto rispecchia una ben precisa versione della storia, che lascia ai margini e inascoltate le voci e le storie delle minoranze, degli oppressi, dei colonizzati e delle donne".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il secondo intervento è stato realizzato presso cortile Barcellona. Qui, i tre collettivi hanno affisso una targa dedicata a Loveth Edward, prostituta ventiduenne di origine nigeriana trovata senza vita proprio all’incrocio tra quel cortile e via Juvara, il 6 febbraio 2012.  Terza azione alla Favorita, con una targa per commemorare Favour Nike Adekunle, rapita nel parco il 15 dicembre 2012. Il suo corpo venne trovato bruciato tre giorni dopo nelle campagne di Misilmeri. 
 
Con queste azioni si apre anche una raccolta firme che si potrà sostenere online e che servirà a supportare la richiesta ufficiale al Comune di Palermo per la sostituzione di via Montanelli in via Destà e successivamente per la creazione di targhe permanenti dedicate a Loveth Edwards e Favour Nike Adekunle.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Coronavirus, in Sicilia ci sono altri 77 casi: positiva un'infermiera all'Ingrassia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento