Festa della Donna e vendita abusiva di fiori, Vitale (Confcommercio): "Fioristi senza alcuna tutela"

Il presidente della sezione fioristi: "Nonostante da anni sollecitiamo l’attenzione e la prevenzione dell’abusivismo lesivo degli interessi della categoria, registriamo anche oggi quanto avvenuto già in passato"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Festa della donna significa anche vendita dei fiori che sono simbolo di questa giornata, le mimose, e come ogni anno stiamo assistendo inermi all'abusivismo che imperversa in ogni zona della città". La denuncia arriva da Gioacchino Vitale, presidente della sezione fioristi di Confcommercio Palermo, che aggiunge: "Nonostante da anni sollecitiamo l'attenzione e la prevenzione dell'abusivismo lesivo degli interessi della categoria da me rappresentata, a maggior ragione in giornate come quella dell'8 marzo, purtroppo registriamo anche oggi quanto avvenuto già in passato: in ogni angolo della città chiunque sta vendendo mimose e fiori di ogni genere, mentre chi è in regola viene come sempre penalizzato. Ancora una volta, chiediamo alle autorità competenti di vigilare ed intervenire a tutela di tutti i fioristi che hanno una regolare licenza e che in queste giornate subiscono pesanti perdite".

Torna su
PalermoToday è in caricamento