Via alla grande festa di Addiopizzo: "Così recuperiamo piazza Magione"

Dieci anni di grandi successi: weekend all'insegna della "Festa del consumo critico". Così Leoluca Orlando: "Una preziosa occasione per ribadire l'importanza della cultura della legalità, ma anche una conferma del progressivo cammino di recupero della splendida area"

Piazza Magione

"La decima edizione della Festa di Addiopizzo, oltre ad essere una preziosa occasione per ribadire l'importanza della cultura della legalità, è un'ulteriore conferma del progressivo cammino di recupero della splendida area di piazza Magione - ha affermato il sindaco, Leoluca Orlando, in occasione della decima edizione della "Festa del consumo critico" di Addiopizzo, che si svolgerà in piazza Magione, da oggi a domenica - sino a qualche mese fa luogo simbolo di confusione e illegalità, e ora valorizzata e impreziosita, prima dalla rappresentazione della Cavalleria rusticana del Teatro Massimo, che ha portato, tramite dei maxi schermi, l'opera nella bellissima piazza, e ora da questa manifestazione".

GUARDA IL PROGRAMMA

"L'Amministrazione comunale - ha concluso Orlando - con le sue partecipate, ha dato tutto il proprio supporto agli organizzatori, anche ampliando l’illuminazione del sito, in modo da dare maggiore visibilità a tutta la porzione di prato più vicina allo Spasimo, dove si svolgeranno le manifestazioni. Tutto ciò a conferma dell'esigenza della promozione di una cultura e di un'economia della legalità del diritto e dei diritti".

Il tema di quest’anno è “l’investimento collettivo”, ovvero un progetto di riqualificazione territoriale di Palermo, possibile grazie alle donazioni e alle percentuali d’acquisto devolute da quanti impiegheranno Addiopizzocard nel circuito di operatori convenzionati. Verranno presentati alla cittadinanza i due progetti in gara – su piazza Magione e il Parco della Favorita – da realizzare con i fondi raccolti grazie ad AddiopizzoCard. Si partirà oggi con un corteo degli studenti che quest’anno presenta un’inedita novità. Infatti, a sfilare assieme ai giovani ci saranno molti dei commercianti e imprenditori che in questi anni hanno trovato la forza e il coraggio di denunciare.

LEGGI ANCHE: "I saperi per l'inclusione": nuovi percorsi per le donne migranti

Tantissime le attività: laboratori, attività sportive, giochi, presentazioni di libri e la sera spettacoli teatrali, di cabaret e concerti. Ma soprattutto la presenza di tanti operatori economici che hanno detto no al pizzo e che, in dieci anni, hanno aderito alla campagna di AddioPizzo “Pago chi non paga”. La fiera sarà visitata dal commissario nazionale antiracket, Santi Giuffrè, dal Procuratore di Palermo, Francesco Lo Voi, assieme altri magistrati della Dda e i rappresentanti delle forze dell’ordine domani alle 17. A margine della visita, Show Cooking di Gigi Mangia con la cassata di pesce spada. Grande novità di quest’anno è “Cibo in festa – Sicilian Food Village”, un vero e proprio villaggio gastronomico con le delizie della cucina siciliana, rigorosamente a pizzo zero. Quest’area della fiera verrà inaugurata oggi alle 18.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

Torna su
PalermoToday è in caricamento