menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Altri due treni "Pop" corrono sui binari della Sicilia, Falcone: "Aumentiamo qualità del servizio"

L'assessore regionale alle Infrastrutture: "Raggiungeremo nel complesso il numero di 21 ‘Pop’ in servizio in Sicilia per un investimento voluto dal governo Musumeci di oltre 300 milioni di euro"

"Nel rispetto di quanto preventivato nei mesi scorsi, vengono consegnati alla Sicilia altri due nuovi treni ‘Pop’. Saliamo così a quattordici moderni convogli in servizio sulle principali linee ferroviarie dell’Isola, un salto di qualità che si attendeva da anni per la qualità del servizio e l’esperienza degli utenti sul treno". Lo dichiara l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone, preannunciando la consegna da parte di Trenitalia di altri due treni ‘Pop’ di ultima generazione, acquistati dalla Regione. L’arrivo è previsto per oggi.

"Raggiungeremo nel complesso - aggiunge Falcone - il numero di 21 treni ‘Pop’ in servizio in Sicilia per un investimento voluto dal governo Musumeci di oltre 300 milioni di euro. I viaggiatori hanno già modo di apprezzarli (fra Palermo, Messina, Catania e Siracusa) per la loro efficienza e il loro comfort che pone la Sicilia sullo stesso piano di altre Regioni meno penalizzate. Da un parte potenziamo il materiale rotabile, dall’altra rendiamo possibile un reale rilancio delle infrastrutture ferroviarie mantenendo alta l’attenzione sulle opere in programma. Lo dimostrano - conclude l’assessore - gli ultimi affidamenti della Giampilieri-Fiumefreddo e della ricostruzione del Ponte fra Caltagirone e Gela. Un ringraziamento, infine, a Trenitalia, alla governance nazionale e regionale dell’azienda, per l‘impegno e la disponibilità quotidianamente manifestata nell’interesse della Sicilia".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Palermo usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento