menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lo striscione affisso all'ospedale Ingrassia

Lo striscione affisso all'ospedale Ingrassia

"Ho avuto un incidente", ma il racconto non convince i medici: indaga la polizia

Un 34enne dello Zen è stato portato da alcuni amici al pronto soccorso dell'Ingrassia con la milza lesionata e una frattura al volto. Ha detto di essere caduto con la moto ma il sospetto è che possa essere stato vittima di un'aggressione

E’ stato ricoverato al pronto soccorso e operato alla milza. E prima di chiudersi nel silenzio avrebbe riferito ai medici di essere stato vittima di un incidente con la Vespa. Non ha convinto il racconto di un 34enne residente allo Zen, M.L., arrivato all’Ingrassia accompagnato da alcuni amici. Tanto che la polizia, avvisata dall'ospedale, ha avviato le indagini per chiarire se realmente abbia avuto uno scontro con lo scooter o se dietro ci sia altro.

L’uomo è stato portato in ospedale da alcuni conoscenti che lo hanno affidato ai medici della struttura sanitaria di corso Calatafimi. Dai primi accertamenti è emerso che il 34enne aveva la milza lesionata e una frattura al volto. La notte stessa è finito sotto i ferri e poi è stato ricoverato nel reparto di Rianimazione. In quelle stesse ore gli amici hanno realizzato e affisso uno striscione con scritto: “Titì un mollari”.

In attesa di poter parlare con il 34enne i poliziotti hanno ascoltato familiari e amici nel tentativo di ricostruire l’accaduto. Le ferite riportate infatti sembrerebbero non essere compatibili con le conseguenze di un incidente stradale. Dove e quando sarebbe avvenuto? Domande alle quali gli investigatori stanno cercando di dare una risposta. Il sospetto è che l'uomo possa essere stato vittima di un'aggressione dai contorni ancora misteriosi.

I familiari però ribadiscono che la versione fornita in ospedale è quella reale: "Si è trattato di un incidente - afferma il fratello a PalermoToday - e ogni altra ricostruzione è falsa". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento