Cronaca Resuttana-San Lorenzo / Viale Ercole

Esperimento fallito, il Comune ha deciso: la Favorità non chiuderà alle auto

Dopo le polemiche, il traffico e la parziale retromarcia, arriva lo stop. Palazzo delle Aquile cambia idea: mancano alternative credibili. L'obiettivo era quello di trasformare il polmone verde più importante della città in una gigantesca isola pedonale

Il Comune cambia idea. Il Parco della Favorita non chiuderà alle macchine. Addio pedonalizzazione, esperimento fallito. Troppe file di auto nei fine settimana, poche alternative. Il riferimento è soprattutto al traffico di Pallavicino, forse l'unica opzione credibile per raggiungere la zona della Favorita.  L'obiettivo era quello di trasformare il polmone verde più importante della città in una gigantesca isola pedonale, off limits per le auto, con divieti dalla Palazzina Cinese alla fontana d'Ercole. Una piccola Central Park ai piedi di Monte Pellegrino. L'accostamento, affascinante (quasi velleitario) era all'esempio "monumentale" di New York. Il progetto era stato approvato dal Comune, in pieno accordo con la Soprintendenza ai Beni culturali.

A questo punto il Comune chiederà alla Regione di utilizzarlo come parco e non come riserva. Lo stop alle auto in viale Ercole, tentato quest'estate per alcune ore nei fine settimana, si è rivelato "drammatico". Dopo le polemiche, il traffico e la parziale retromarcia, arriva lo stop. Sarà definitivo? "Ci dobbiamo pensare", fanno capire dal Comune. Palazzo delle Aquile aveva rinviato la sperimentazione in autunno, ma non si farà nulla. Le macchine ci saranno, dunque, anche in viale Diana.

In soldoni: prima studiamo alternative valide affinchè Pallavicino non diventi un groviglio di lamiere e poi si vedrà. "La sperimentazione è stata utile per comprendere molte cose sulle grandi potenzialità del nostro parco - aveva detto nelle scorse settimane il sindaco Leoluca Orlando - e abbiamo potuto constatare che c'è grande voglia di riprendersi la Favorita da parte dei cittadini palermitani, che hanno però dovuto subire alcuni disagi dovuti alla mancata abitudine all'utilizzo di percorsi alternativi alla Favorita per rientrare da Mondello".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esperimento fallito, il Comune ha deciso: la Favorità non chiuderà alle auto

PalermoToday è in caricamento