Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

L'addio all'ultimo padrino, far west in via Maqueda: il 2016 palermitano tutto d'un fiato

Un anno di sangue, manette e scandali. Dalla Ztl al caso Pino Maniaci, fino alla morte di Provenzano e allo scandalo firme false del M5S: ecco una selezione di alcuni tra i fatti palermitani che più hanno catalizzato l'attenzione dei media durante il 2016

Forse verrà ricordato per la Ztl. Oppure per la terribile catena di incidenti. O per gli omicidi. Il 2016 palermitano è stato un anno di sangue, manette, gioie e scandali. Dal caso Pino Maniaci allo scandalo delle presunte firme false del Movimento 5 Stelle. Poi le risse, i blitz antimafia, l'addio all'ultimo padrino, Bernardo Provenzano. Ecco una selezione di alcuni tra i fatti palermitani che più hanno catalizzato l'attenzione dei media durante questo 2016.

Omicidio Falsomiele-2DUPLICE OMICIDIO A FALSOMIELE - E' la mattina del 3 marzo, Palermo si sporca di sangue. Due uomini vengono uccisia colpi di pistola. Le vittime si trovano a bordo di una Fiat 500. Arrivate in via Falsomiele, vengono affiancate dai killer. Una è stata "giustiziata" con un colpo alla nuca, l'altra colpita al torace e al volto. Uno dei due è il genero del boss Giovanni Bontate. I cadaveri vengono trovati riversi in strada. Gli inquirenti tengono le bocche chiuse, ma pensano che dietro ci sia la mano di Cosa nostra. Tre mesi dopo uno dei due accusati, Carlo Gregoli, si suiciderà in carcere.

LA MAFIA SI RIORGANIZZA, BLITZ CON 62 ARRESTI - Vecchi padrini e nuove leve stavano riorganizzando le fila di Cosa nostra in città e provincia. All'alba del 16 marzo scatta l'operazione dei carabinieri: azzerati i mandamenti di Villagrazia-Santa Maria di Gesù e San Giuseppe Jato. Dalle indagini emerge che a comandare erano due anziani che, secondo gli inquirenti, negli anni Ottanta erano vicini a Riina. Si tratta di Mariano Marchese, 77 anni, e Gregorio Agrigento, 81 anni. Sequestrati immobili e attività commerciali

FAR WEST IN VIA MAQUEDA - Prima una rissa in strada, poi i colpi di pistola. Sabato pomeriggio, centro storico, folla. Un palermitano del quartiere Ballarò impugna la pistola in via Maqueda e spara. Nel mirino un gambiano di 21 anni in via Fiume con il quale c'erano state delle scaramucce per un banale incidente stradale. Emanuele Rubino, 28 anni, finisce in carcere con l'accusa di tentato omicidio. Il ragazzo africano se la caverà. Palermo è scossa, la comunità africana si ribella.

Pino Maniaci in Tribunale 1-2I GUAI DI PINO MANIACI, EROE NEL TRITACARNE - Fiero, orgoglioso. Ma soprattutto intoccabile. Si sentiva così Pino Maniaci. Lui, paladino antimafia ed eroe dell'informazione, venerato e cercato da tutti. Perfino dal premier Renzi, poi etichettato come "stronzo", nel corso di una telefonata intercettata. Da simbolo di legalità a estorsore. Una slavina di fango travolge Pino Maniaci, colpito il 4 maggio dal divieto di dimora, che lo costringerà a lungo a stare lontano da Palermo e Trapani. "Il giornalista estorceva i sindaci di Borgetto e di Partinico - dice il procuratore Lo Voi - al fine di ottenere non solo somme di denaro ma anche ottenere l'assunzione e poi il mantenimento in servizio di una persona a lui vicina (la sua amante, ndr), minacciando la realizzazione di servizi televisivi che potevano mettere in imbarazzo i sindaci e le amministrazioni comunali".

RIMONTA DA SOGNO, PALERMO ANCORA IN A - Sembrava impossibile, invece è realtà. Il Palermo cambia un allenatore al mese ma riesce a salvarsi all'ultimaa giornata. Un'impresa, arrivata in coda a una folle stagione. Il confine tra dramma e festa è tutto racchiuso in Palermo-Verona, ultimo atto in un Barbera finalmente pieno, nell'intervallo che passa tra il diagonale vincente di Viviani e la testata diabolica di Maresca. E' lui, il centrocampista simbolo della riscossa rosa, a indirizzare il Palermo verso i binari della salvezza, insieme a Gilardino e Sorrentino. I vecchi del Palermo. Quelli che a salvezza ottenuta lasceranno la Sicilia.

Omicidio Cruillas-2RISSA TRA FAMIGLIE, UN MORTO - L'estate è appena iniziata, Cruillas finisce al centro della cronaca nazionale. Scoppia una maxi rissa tra due famiglie, muore accoltellato un ragazzo di 27 anni, Roberto Frisco. L'omicidio è avvenuto dopo una "taliata", uno sguardo rivolto al fratello della vittima, Francesco Frisco da un ex amico, con cui da tempo si erano incrinati i rapporti. Frisco non l'avrebbe presa bene e poco dopo avrebbe raggiunto il ragazzo nella pizzeria, prendendolo a pugni e colpendolo con uno sgabello. Poi la vendetta, a casa di Frisco. Una violenta rissa, un ragazzo accoltellato a morte.

ADDIO ALL'ULTIMO PADRINO - Metà luglio, si chiude un'era. A 83 anni muore Bernardo Provenzano. Era da tempo malato di cancro. "Binnu" era detenuto nel carcere di Parma, ma dal 2014 si trovava in regime di 41 bis nell'ospedale San Paolo di Milano. Era stato arrestato dopo una latitanza di 43 anni nel 2006 in una masseria di Corleone. Tutti i processi in cui era ancora imputato, tra cui quello sulla cosiddetta trattativa Stato-mafia, erano stati sospesi perché il boss - sottoposto a più perizie mediche - era stato ritenuto incapace di partecipare. 

12607162_10209216590917738_1327263262_n-3L'ORRORE A SCUOLA, SHOCK A PARTINICO - Calci e schiaffi ai bimbi delle elementari: arrestate 3 maestre a Partinico. L'Italia intera si indigna. L'operazione della Finanza svela una realtà che fa male. Le vittime hanno 6 e 7 anni. Spiccano i maltrattamenti di una insegnante di sostegno nei confronti di un alunno disabile. Ad allarmare i genitori sono stati gli "anomali" atteggiamenti dei propri figli che "lasciavano intendere comportamenti non del tutto corretti durante le attività in aula". Poi le indagini e gli arresti.

FIRME FALSE A PALERMO, I 5 STELLE NEL CAOS - A 10 mesi dalle amministrative palermitane, il Movimento 5 Stelle sente la vittoria in tasca. E prepara la strada con la kermesse nazionale del Foro Italico. Ma quando tutto è pronto per le "Comunarie", irrompe lo scandalo delle firme false, scoperchiato dalla trasmissione Le Iene. La vicenda riporta alla luce alcune presunte irregolarità commesse nel 2012. L'esame calligrafico conferma: i grillini avrebbero ricopiato alcune firme apposte sui moduli depositati dal M5S, a sostegno dei candidati per le elezioni di quattro anni e mezzo fa. Il Movimento si spacca, dopo settimane di ombre, sospetti e silenzi, il primo "pentito" inizia a vuotare il sacco.

Ztl, il Comune pubblica un avviso per rilanciare via RomaVIA ALLA ZTL, VELENI E POLEMICHE - Dal 10 ottobre entra in vigore il provvedimento studiato dall'Amministrazione per contrastare l'inquinamento atmosferico e acustico. Si chiama Ztl, è l'argomento più caldo per i palermitani. Osteggiato, apprezzato, discusso, criticato. Quello del Comune è un provvedimento rivoluzionario, capace di sopravvivere anche l giudizio del Tar. E' in vigore nell’area compresa tra piazza Giulio Cesare, via Cavour, Porta Nuova a Porta Felice. Si moltiplicano le proteste, anche violente, ma Orlando non arretra.

LA NOTTE PIU' TRISTE - Per il calendario è la notte dei Morti, quella tra il 1° e il 2 novembre. Terribile presagio. Sulla statale 186 di Monreale, la strada che collega Palermo a Partinico muoiono tre giovanissimi in uno schianto avvenuto all'altezza di Pioppo. Le vittime hanno tra i 16 e i 19 anni. Auto contro un muro, è un impatto terrificante. "La macchina era completamente accartocciata", hanno confermato i carabinieri. I ragazzi erano tutti di Pioppo, ed erano abbastanza conosciuti nella piccola località alle porte di Monreale, sotto shock dopo questa tragica notte.

morgan2-2IL PASTICCIO DI CAPODANNO -  Dopo il "no" a Gigi D'Alessio, il Comune "cade" su Rocco Hunt. A otto giorni dalla notte di San Silvestro viene pubblicata la graduatoria per il doppio concerto del 31 dicembre, che quest'anno si svolge anche alla Stazione. Viene scelto anche Rocco Hunt. Peccato però che il rapper salernitano sia di scena anche a Roma. E siccome non può sdoppiarsi, Hunt rinuncia a Palermo. Accuse e polemiche. La società che si era aggiudicata la serata si scaglia contro il Comune e punta il dito con la "gestione" dei tempi. Per il Capodanno del Politeama, Palermo vira in extremis su Morgan e Luca Carboni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'addio all'ultimo padrino, far west in via Maqueda: il 2016 palermitano tutto d'un fiato

PalermoToday è in caricamento