menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ingresso dell'hotel Elena di piazza Giulio Cesare

L'ingresso dell'hotel Elena di piazza Giulio Cesare

Occupazione hotel Elena, le famiglie vanno via: "Stanche e impaurite"

A parlare è Tony Pellicane, del comitato di Lotta per la casa 12 Luglio. Gli occupanti erano entrati nell'hotel finito sotto sequestro lo scorso 14 febbraio

Dopo circa tre settimane le famiglie che avevano occupato l'hotel Elena di piazza Giulio Cesare, ieri, hanno deciso di liberare l'immobile. A darne notizia è Tony Pellicane del comitato di Lotta per la casa 12 luglio: "L'arroganza, l'abuso di potere e il terrorismo psicologico esercitato dalle forze dell'ordine - scrive sul suo profilo Facebook - nei confronti delle famiglie senza casa che avevano occupato l'hotel abusivo, hanno fatto breccia. Le famiglie, stanche e impaurite hanno deciso di lasciare l'ex hotel. L'esercitare e il pretendere un'ipocrita legalità finisce per colpire chi è più disagiato, mentre il potentato di turno continuerà, indisturbato a farsi i fatti suoi".

L'hotel Elena, di proprietà dell'ex magistrato Giusto Sciacchitano, è sotto sequestro. Secondo quanto ricostruito dagli agenti di polizia giudiziaria della polizia municipale l’attività sarebbe abusiva. Si tratta di un albergo che è stato chiuso ma la cui insegna, sopra l’edificio che si affaccia su piazza Giulio Cesare, è rimasta lì per anni. A gestirlo - come raccontato nel servizio dell’inviato de "Le Iene" - sarebbe stata la moglie dell’ex procuratore nazionale antimafia, Maria Galasso, che affittava le camere e alcuni mini appartamenti tramite dei mini contratti di locazione nonostante la licenza fosse scaduta senza mai essere rinnovata.

Quindi la decisione da parte di queste famiglie bisognose, con bambini e ragazzi disabili al seguito, di occuparlo lo scorso 14 febbraio. Le stesse, una volta dentro, si sono autodenunciate contattando i carabinieri. La scorsa settimana i militari hanno effettuato dei controlli all'interno dell'hotel e successivamente alcune famiglie hanno deciso di mettere fine all'occupazione. Ieri anche tutte le altre, poco più di una dozzina, hanno mollato. "Le famiglie avevano occupato l'hotel - conclude Pellicane - con l'idea non di restare lì, ma nella speranza che l'amministrazione comunale prospettasse loro un'alternativa". Alternativa che, al momento, sembrerebbe non esserci.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento