Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Fatture false, perquisizioni in tutta Italia: coinvolta ditta palermitana

L'inchiesta parte da un controllo effettuato a Canicattì, quando la Finanza fermò un uomo e trovò all'interno della sua auto 180 mila euro in contanti in un sacchetto di plastica, oltre ad un contratto pubblicitario relativo ad un'azienda del capoluogo siciliano

Fatture false, perquisizioni in tutta Italia (foto archivio)

Perquisizioni in tutta Italia, da parte della Guardia di finanza di Agrigento, per smantellare un sodalizio criminoso finalizzato alla commissione in serie di reati fiscali attraverso false fatturazioni. L'inchiesta, che - come rivela il settimanale Grandangolo - è stata avviata su ordine della Procura della Repubblica di Agrigento, è partita da un "semplice" controllo effettuato lo scorso settembre dalle Fiamme gialle di Canicattì.

In quell'occasione i militari, all'interno di una Suv di marca tedesca, sulla quale viaggiava il favarese A.V., 44 anni, hanno trovato oltre 180mila euro in contanti nascosti in un sacchetto di plastica, oltre a un contratto pubblicitario stipulato tra un'azienda di Tivoli ed un'altra palermitana che si occupa di servizi di elaborazione dati.

La somma nascosta nel sacchetto è stata giustificata dall'uomo fermato come denaro donato da una zia, la quale, però, dopo essere stata ascoltata, non ha confermato quanto raccontato dal nipote. Le perquisizioni nelle sedi delle due società hanno poi portato all'attività che oggi si sta svolgendo in tutto il Paese. [Fonte: AgrigentoNotizie]

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fatture false, perquisizioni in tutta Italia: coinvolta ditta palermitana

PalermoToday è in caricamento