Terremoto in casa rosanero: "Il Palermo doveva fallire, sentenza pilotata", giudice sospeso

Le accuse sono: concorso in corruzione, abuso d’ufficio e rivelazione di segreto d’ufficio. Intanto la guardia di finanza ha fatto scattare delle perquisizioni. L'indagine è partita dalla telefonata tra Zamparini e l'avvocato del club

Maurizio Zamparini

Il Palermo calcio doveva fallire, e la sentenza con cui il club rosanero è stato salvato sarebbe stata pilotata. Per questo motivo un giudice del tribunale di Palermo, Giuseppe Sidoti, è stato sospeso per un anno. Le accuse sono: concorso in corruzione, abuso d’ufficio e rivelazione di segreto d’ufficio. La Procura di Caltanissetta lo ha iscritto nel registro degli indagati. E su di lui indaga anche la guardia di finanza. In base a quanto scrive oggi Repubblica l’inchiesta dei pm nisseni è ampia e articolata e coinvolge pure l’ex presidente del Palermo calcio Giovanni Giammarva e il patron Maurizio Zamparini. Per Giammarva sarebbe scattata una misura interdittiva dallo svolgere la sua attività di commercialista.

Il ruolo di Giammarva sotto la lente: "Amicizia e favori col giudice che salvò il Palermo"

Intanto questa mattina dalla guardia di finanza è arrivata una nota in merito a diverse "perquisizioni e attività di polizia giudiziaria a Palermo ed in altre città d’Italia, al momento in corso". "La Procura della Repubblica di Caltanissetta - si legge - sta coordinando l’esecuzione, ad opera del personale del nucleo di polizia economico-finanziaria della guardia di finanza di Palermo, di un’ordinanza del Gip di Caltanissetta con la quale è stata disposta l’applicazione di due misure cautelari interdittive".

Agli atti della Procura nissena è finita una telefonata tra Zamparini e l'avvocato della società rosanero, Di Trapani, risalente ai giorni precedenti il giudizio sul fallimento della società. Da qui è partita l'indagine. Una chiacchierata, risalente alle 13:01 del 13 dicembre 2017, che comincia così: "Carissimo avvocato eccomi qua". Sono giorni caldi, perché si attende la decisione della sezione fallimentare.

Zamparini viene intercettato mentre è al telefono con Di Trapani. Che dice: "Allora, quando le ho scritto stavo uscendo dal Palazzo di Giustizia... mi ha chiamato il giudice che ha in mano la pratica e abbiamo parlato una mezz'ora... devo dire approccio trasparente e tranquillo sereno. Mi dice che ha letto le carte e ha apprezzato le nostre argomentazioni implicitamente facendomi capire che diciamo mooolte ma moolte cose contenute nell'istanza e comunque nella documentazione a sostegno dell'istanza obiettivamente sono ha detto suggestive". Il giudice in questione è Giuseppe Sidoti, che fa parte del collegio che a dicembre ha nominato i nuovi periti per il controllo dei bilanci rosanero. Lo hanno chiarito le indagini successive, coordinate dalla Procura di Caltanissetta. Accuse pesanti quelle dei pm nisseni e della guardia di finanza. Che rischiano di complicare la stagione del Palermo.


 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Capo in lutto per la morte di Irene, giovane mamma: "Non ti dimenticheremo mai"

  • Il Covid e la paura di un nuovo lockdown, Miccichè: "Sarebbe morte Sicilia"

  • In Sicilia nuova ordinanza anti Covid: ingressi limitati nei locali, più controlli e stretta sui migranti

  • La corsa in ospedale e la disperazione, bambino di 3 mesi muore al Di Cristina

  • Maltempo in arrivo: temporali e rischio grandine, scatta l'allerta meteo

  • Coronavirus, in Sicilia accertati altri 29 nuovi positivi: tre a Palermo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento