Centro convenienza, Federconsumatori pronta ad aiutare i clienti nel recupero crediti

Alla luce della sentenza del 9 ottobre del tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto l'associazione dei consumatori offrirà assistenza legale per insinuarsi nel passivo fallimentare. Richieste da presentare entro il 9 febbraio 2021

I clienti davanti al Centro convenienza di via Ugo la Malfa (foto archivio)

Federconsumatori tende la mano ai clienti rimasti con un pugno di mosche dopo l'acquisto di mobili mai consegnati dal Centro convenienza. Il tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina) ha dichiarato il fallimento della Essequattro srl, la società facente capo alla holding proprietaria della catena di negozi che aveva, fra i tanti, un punto vendita in via Ugo La Malfa. L'associazione dei consumatori ha annunciato che assisterà i creditori nel tentativo di avere indietro almeno parte delle somme sborsate.

"Per quasi un anno - ricostruisce Federconsumatori - i punti vendita Centro convenienza avevano continuato a vendere mobili e ad acquisire ordini, nonostante le centinaia di diffide già pendenti per mancata consegna dei beni. Qualche cliente aveva anche notificato un decreto ingiuntivo alla società, ma senza riuscire ad ottenere il pagamento. Con la dichiarazione del fallimento inizia una nuova fase: entro il 9 febbraio i creditori della società hanno la possibilità di presentare domanda al passivo fallimentare".

"Non promettiamo alcun rimborso sicuro ai clienti di Centro convenienza - afferma Gaia Matteini, componente dell’ufficio legale di Federconsumatori - perché siamo una associazione seria, che tutela i consumatori e non dà false speranze. Sappiamo che sarà difficile ottenere un risultato pieno, ma è nostro obbligo morale aiutare chi ha perso migliaia di euro".

“Si allunga l’elenco di fallimenti - dichiara Lillo Vizzini, presidente di Federconsumatori Palermo - che lasciano i clienti con un pugno di mosche. Nel corso dell'ultimo anno e mezzo i ns. Legali hanno assistito oltre un centinaia di clienti che avevano acquistato mobili che non erano poi stati consegnati, in molti casi anche stipulando finanziamenti. Siamo pronti ad assistere gli ex clienti del Centro convenienza, anche in questa ulteriore fase, offrendo consulenza per la redazione e l'invio delle domande".

Per informazioni e maggiori dettagli gli interessati potranno contattare, entro e non oltre il mese di dicembre, lo sportello Federconsumatori di Palermo, chiamando al numero 09.16173434 o inviando una mail a federconsumatori_pa@libero.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sottopassi di viale Regione chiusi, allagamenti e spiaggia "sparita": Palermo dopo una notte di maltempo

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: in Sicilia negozi chiusi la domenica e nei festivi

  • "Caricate i posti o la Sicilia diventa zona rossa": bufera per l'audio del dirigente della Regione

  • Dal nuovo Riina al nipote di Michele Greco, boss ballano la techno: spot shock di Klaus Davi

  • Tamponi nelle scuole, l'Asp rende noto il calendario: ecco gli istituti coinvolti

  • Incidente al drive in della Fiera, malore dopo il tampone: marito e moglie con auto contro il muro

Torna su
PalermoToday è in caricamento